Entomologo rivela: Ecco le prove della vita su Marte

Redazione

Un professore dell’Università dell’Ohio afferma che le foto scattate su Marte mostrano veri e propri insetti alieni, riferisce EurekAlert.org.

La straordinaria affermazione proviene dr. William Romoser, un entomologo che ha osservato da vicino le fotografie scattate dai rover Mars della NASA per diversi anni.

Queste foto, sostiene, mostrano esempi delle forme di vita simili ad insetti del Pianeta Rosso.

Le sue scoperte sono state presentate oggi in una riunione nazionale della Entomological Society of America a St. Louis, nel Missouri, insieme a fotografie annotate di queste presunte creature.

C’è stata e c’è ancora vita su Marte“, ha detto.

Esiste un’apparente diversità tra la fauna marziana come un insetto che mostra molte caratteristiche simili agli insetti terrestri che vengono interpretati come gruppi avanzati – ad esempio la presenza di ali, la flessione dell’ala, il volo / volo agile e gli elementi delle gambe variamente strutturati“.

Una volta che un’immagine chiara di una determinata forma è stata identificata e descritta, è stata utile nel facilitare il riconoscimento di altre immagini meno chiare, ma comunque valide, della stessa forma base.

Il Dr. Romoser insiste sul fatto che nelle fotografie siano mostrati campioni sia vivi che fossilizzati.

La presenza di organismi metazoi superiori su Marte, implica la presenza di fonti e processi nutrienti / energetici, catene e reti alimentari, acqua come elementi che funzionano in un ambiente ecologico, seppure estremo, sufficiente a sostenere la vita“, ha affermato.

Le prove della vita su Marte presentate qui forniscono una base solida per molte altre importanti questioni biologiche, nonché sociali e politiche“.

Next Post

Antartide: Avvistata una scala scolpita nel ghiaccio

Misteriosi pilastri, che sembrano formare una scala, sono apparsi in Antartide a causa dello scioglimento dei ghiacciai, e hanno attirato immediatamente l’attenzione degli scienziati. Vale la pena notare che l’Antartide rimane il continente meno studiato fino ad oggi, perché a causa dell’enorme quantità di neve e ghiaccio è impossibile raggiungere […]