Esodo di Mosè, arriva la conferma della datazione al radiocarbonio

Redazione

Per l’esodo biblico, raccontato nelle antiche scritture, ci sarebbe la prova della datazione al radiocarbonio.

La datazione al radiocarbonio indicherebbe quando Mosè separò il Mar Rosso e potrebbe, a questo punto, essere la prova definitiva dell’Esodo biblico ma spiegare anche il fenomeno della separazione delle acque.

La storia è raccontata attraverso i libri di Esodo, Levitico, Numero e Deuteronomio e racconta la storia di Mosè che libera gli israeliti dalla schiavitù del faraone in Egitto.

La leggenda biblica racconta di come li guidò attraverso il deserto, prima di attraversare il fiume Giordano nella terra promessa di Canaan.

Tuttavia, la prova della migrazione epica è sempre sfuggita agli archeologi che sono desiderosi di provare alcuni degli aspetti più incredibili della Bibbia.

Uno studio condotto dall’Università dell’Arizona utilizzando datazioni ad alta risoluzione ha sostenuto che la datazione al radiocarbonio può fornire la prova dell’Esodo.

Gli esperti ora dicono che l’eruzione vulcanica di Thera sull’isola di Santorini, he gli archeologi credono sia avvenuta nel XVI secolo aC, in realtà avvenne circa un secolo prima.

Questo è stato stabilito dopo il test del carbonio su un ramo di ulivo trovato sepolto sotto un flusso di lava, secondo Breaking News Israel.

Ciò significa che l’eruzione coincide con quando gli studiosi della Bibbia credono che l’Esodo sia avvenuto.

Ciò confermerebbe la teoria dell’egittologo Hans Goedicke, famosa in tutto il mondo, secondo cui il numero di eventi dell’esodo può essere spiegato dalla massiccia eruzione di Thera.

Lo studioso, morto nel 2015, ha affermato la separazione del Mar Rosso e, successivamente, l’arresto dell’esercito egiziano potrebbe essere stato uno tsunami causato da Thera.

Le sue teorie furono successivamente supportate dalla geologa Barbara J. Sivertsen.

Ma la direttrice dello studio dell’Università dell’Arizona, la dottoressa Charlotte Pearson, è riluttante a confermare come tali scoperte potessero contribuire a datare l’Esodo.

Parlando al Times of Israel, ha detto: “Tutto quello che posso dire è che il lavoro continuo per migliorare le strutture cronologiche è essenziale per lo studio delle civiltà passate“.

Attualmente non è possibile alcun intervallo di radiocarbonio calibrato definitivo per l’eruzione di Thera, ma la posizione alterata dell’altopiano 14C indica che la calibrazione migliorata ha molto da offrire alla sincronizzazione cronologica delle tempistiche umane e ambientali in questo periodo“, ha aggiunto.

fonte@DailyStar

Next Post

Treviso, giovane uccisa dalla nuova eroina gialla

Che a 20 anni si vogliano “provare” nuove emozioni è naturale e comprensibilissimo, molto meno è però mettere a repentaglio la propria vita, quando queste “emozioni” le si cerca in alcol e droghe. La storia che ci arriva da Vittoria Veneto, in provincia di Treviso, è tanto terribile quanto triste […]