Facebook, una app sviluppata su un bug gli fa perdere lo stage

I giovani lo sanno bene, o lo imparano molto spesso a proprie spese: quando si è giovani bisogna stare molto attenti a non contrariare i propri capi, altrimenti, anziché far carriera, le proprie brillanti capacità possono ostacolare e addirittura portare al licenziamento.

Lo ha imparato anche un brillante laureando di Harward, Aran Khanna, che pensava di aver fatto un colpo grosso aggiudicandosi uno stage nientemeno che nei laboratori di Facebook, stage che però alla fine non ha mai iniziato.

A quanto pare Aran nei mesi precedenti aveva sviluppato un’applicazione, dal nome Marauder’s Map, che consente di mappare gli utenti attraverso i dati di Facebook Messenger. L’applicazione ha sfruttato una falla nella privacy del social network che condivide automaticamente le posizioni di tutti gli utenti che scrivono messaggi attraverso la sua chat.

Una app che gli è costato lo stage: l’applicazione ha ricevuto più di 85mila download nel giro di pochi giorni, ed ovviamente il team di sicurezza di Facebook si è subito attivato per far rimuovere l’app ed ha corretto il bug in Messenger in poco meno di una settimana ma nonostante ciò i vertici della piattaforma non hanno apprezzato l’azione del giovane sviluppatore ed hanno quindi dedico di eliminarlo dal programma di stage.

Sulla vicenda è intervenuto Matt Steinfeld di Facebook che ha dichiarato: “Questo strumento di mappatura ha usato dati di Facebook e ha violato le nostre condizioni che proteggono la privacy e la sicurezza delle persone. Nonostante sia stato chiesto più volte di rimuovere il codice, il creatore di questo strumento non lo ha fatto. Questo è sbagliato ed è in contrasto con il modo di pensare della nostra comunità”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Etna è di nuovo in eruzione

Sono ormai due giorni che l’Etna è nel pieno della sua fase…

Crioterapia, le star si congelano pur di dimagrire

La nuova frontiera della bellezza, per cercare di non cedere al tempo…