Genova, un movimento franoso minaccia le case
Genova, un movimento franoso minaccia le case

A Genova un movimento franoso imponente minaccia le case.

A causa dell’ondata di maltempo dei giorni scorsi diverse situazioni a Genova risultano a rischio.

Nel bel mezzo della notte in località Quezzi, sulle alture della città, sono state sfollate almeno duecento persone.

Il Sindaco Doria è intervenuto immediatamente sul posto visitando la zona della frana.

Purtroppo le abitazioni interessate dall’incipiente movimento franoso, sono state costruite sul greto del famoso Rio Fereggiano, che era straripato nell’alluvione del 2011 provocando ben se vittime.

Il tutto si è consumato in un boato che ha annunciato il crollo di un muro di contenimento.

Subito dopo c’è stato l’allarme, al quale hanno risposto immediatamente i Vigili del Fuoco, tra lo spavento generalizzato della gente, memore di quello che era successo cinque anni fa.

I problemi maggiori sono stati riscontrati in Via Portazza, dove alcune abitazioni sono state erose alla base.

I resti del muro di contenimento sono finiti nel Rio Fereggiano. Complessivamente sono state sfollate nella notte circa 60 famiglie.

Alcune famiglie sono state provvisoriamente accolte in una parrocchia e in un circolo della zona, altre si sono trasferite da amici o parenti.

Al momento si stanno compiendo le dovute verifiche sull’abitabilità delle case interessate dalla frana.

Loading...
Potrebbero interessarti

Bergamo, nasce prematuro e muore a casa

Non si sa ancora di preciso se sia un caso di malasanità,…

Amatrice, il Sindaco Pirozzi incontra i Pentastellati

Ad Amatrice arrivano i Pentastellati su invito del Sindaco Sergio Pirozzi. Il Sindaco…