Iau lancia l’allarma, l’Universo si sta lentamente spegnendo

Angela Sorrentino

Negli ultimi anni l’uomo sta sviluppando una nuova sensibilità per il suo pianeta, accorgendosi che nei secoli lo ha danneggiato spesso irreparabilmente e se non si cambia rotta al più presto le conseguenze saranno tanto gravi quanto imprevedibili.

Ma a quanto sembra non è solamente la Terra a soffrire: secondo il risultato di uno studio, presentato nell’assemblea dell’Unione Astronomica Internazionale (Iau),  in corso nelle Hawaii, a Honolulu, da Simon Driver, dell’Università dell’Australia Occidentale, alla guida del gruppo internazionale del progetto Gama (Galaxy and Mass Assembly Survey), l’intero universo sta lentamente morendo.

Secondo lo studio, l’energia prodotta oggi è pari alla metà di quella che l’universo emetteva invece due miliardi di anni fa così come dimostra la riduzione della luce emessa da un campione di oltre 200.000 galassie:  “i ricercatori sono riusciti a misurare il tasso di diminuzione della densità di radiazione su un ampio spettro; in pratica una conferma che l’universo si sta spegnendo e in quale modo”.

In realtà, è dagli anni Novanta che gli astronomi sanno che l’energia complessiva emessa dalle stelle dell’Universo (che trasformano massa in energia secondo la nota equazione di Einstein) si sta riducendo: la minore densità delle galassie causata dall’aumento delle distanze, prodotto dall’espansione, riduce infatti l’emissione di energia.

Next Post

Fabio Volo papà bis. L'annuncio arriva su Twitter

“Sono innamorato della vita da padre vorrei altri cinque bambini”, erano state queste le parole dichiarate alcuni mesi fa dal celebre attore, scrittore, conduttore radiofonico, conduttore televisivo e sceneggiatore italiano Fabio Bonetti, semplicemente noto al pubblico con il nome d’arte Fabio Volo. L’artista, unito sentimentalmente dal 2011 all’istruttrice di pilates […]