Impianti cerebrali consentiranno di decidere lo stato d’animo

Redazione

Un gruppo di scienziati coreani ha sviluppato un impianto cerebrale con LED delle dimensioni di un granello di sale che potrebbe controllare i nostri stati d’animo tramite uno smartphone.

I ricercatori del Korea Advanced Institute of Science and Technology (KAIST) hanno persino scoperto come caricare il dispositivo dall’esterno del corpo.

Impianti cerebrali consentiranno di decidere lo stato animo

I nanochip abilitati per Bluetooth utilizzano la luce per emettere messaggi ai neuroni del cervello e gli scienziati ritengono che alla fine potrebbero essere utilizzati nel trattamento del morbo di Parkinson e della depressione.

Hanno affermato di aver dimostrato come può manipolare il cervello in un esperimento con ratti iniettati di cocaina, ha detto sciencetimes.com

Gli impianti hanno soppresso con successo i “comportamenti indotti dalla cocaina“, secondo Jeong-Hoon Kim, professore di fisiologia al College of Medicine della Yonsei University.

Ha detto: “Il fatto che possiamo controllare un comportamento specifico degli animali, fornendo stimolazione della luce nel cervello solo con una semplice manipolazione di un’app per smartphone, guardando gli animali che si muovono liberamente nelle vicinanze, è molto interessante e stimola molta immaginazione“.

Questa tecnologia faciliterà varie vie di ricerca sul cervello“.

Il dispositivo è montato nel cervello con i LED montati su sonde della larghezza di un capello umano e controllati in modalità wireless da uno smartphone, ma gli scienziati hanno ora apportato una modifica impressionante al sistema.

La nuova versione migliorata incorpora un raccoglitore di energia wireless con un’antenna a bobina che cattura i campi magnetici alternati che vengono pulsati in modo innocuo attraverso la pelle, generando elettricità e caricando la piccola batteria a bordo.

Evita così la necessità di un intervento chirurgico invasivo per sostituire le batterie usurate e consente un trattamento senza interruzioni, ha affermato il professor Jae-Woong Jeong, che ha guidato il team di ricerca.

Ha aggiunto: “Riteniamo che la stessa tecnologia di base possa essere applicata a vari tipi di impianti, inclusi stimolatori cerebrali profondi e pacemaker cardiaci e gastrici, per ridurre il carico sui pazienti per l’uso a lungo termine all’interno del corpo“.

È un passo avanti rispetto ai dispositivi precedenti ed è realizzato con polimeri ultra morbidi e biocompatibili che forniscono compatibilità con il tessuto cerebrale e prendono di mira neuroni specifici nel cervello.

Co-autore principale dello studio, che è stato pubblicato su Nature Coomunications questo mese, è Min Jeong Ku, ricercatore presso il College of Medicine della Yonsei University.

Ha detto: “Questo dispositivo può essere utilizzato ovunque e in qualsiasi momento per manipolare i circuiti neurali, il che lo rende uno strumento altamente versatile per indagare sulle funzioni cerebrali“.

Next Post

Quanto esercizio fisico fare in base alla tua età

L’esercizio fisico è della massima importanza per migliorare la qualità della vita ed essere in forma. Le persone che praticano una costante attività fisica vivono più a lungo e meglio di quelle che non praticano alcuno sport, ma ciò non significa che i benefici aumentino facendo sempre più esercizio fisico. I minuti […]
Quanto esercizio fisico fare in base alla tua eta