Isis, chi è il lupo solitario di Milano

Redazione

Anche se nell’ultimo periodo i media nazionali ne parlano molto meno, il pericolo rappresentato dall’Isis e dal terrorismo internazionale di matrice islamica non è stato certo eliminato, ed anzi sono tantissimi i “lupi solitari” che operano nell’ombra, orchestrano attentati ed attacchi potenzialmente pericolosissimi.

Uno di questi è stato scovato nelle scorse ore a Milano: in manette è finito un egiziano di 22 anni, Shalabi Issam Elsayed Elsayed Abouelamayem, bloccato in piena notte dagli uomini del Nocs.

L’accusa nei suoi confronti, che ha portato al suo fermo, è di associazione con finalità di terrorismo internazionale e istigazione e apologia del terrorismo.

Il ragazzo è stato intercettato mentre dichiarava di essere pronto a combattere e lui stesso si definiva con gli altri indagati un “lupo solitario” e si vantava di aver ricevuto un addestramento militare molto approfondito.

“Una figura di grandissimo spessore, soggetto accreditato presso l’Is, in contatto diretto e autorizzato a disporre di comunicazioni che arrivano dal comando del sedicente Stato islamico”, ha spiegato durante la conferenza stampa il capo della procura nazionale antiterrorismo Federico Cafiero de Raho.

foto@Flickr

Next Post

Emanuela Orlandi di chi erano quelle ossa?

Un mistero che perdura esattamente dal 22 giugno 1983: quella maledetta sera una ragazza di 15 anni spariva nel nulla dando vita a uno dei misteri più oscuri della storia italiana. Lo Stato Vaticano, l’Istituto per le Opere di Religione (Ior), la Banda della Magliana, il Banco Ambrosiano, Mehmet Ali […]