James Webb Telescope colpito da meteorite subisce danni irreversibili

Redazione

Gli scienziati della Nasa hanno riferito che il James Webb Telescope ha ricevuto danni causati da un impatto di un micrometeorite, che sono irreversibili.

James Webb Telescope colpito da meteorite subisce danni irreversibili
foto@James Webb Space Telescope, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

Un team di scienziati ha valutato le prestazioni del telescopio spaziale durante la sua fase di messa in servizio in un nuovo rapporto pubblicato la scorsa settimana dopo le prime incredibili foto rilasciate dalla Nasa.

Hanno segnalato problemi che “non possono essere risolti” così come “piccolo impatto sul throughput del telescopio che non è ancora misurabile”.

Il rapporto sull’aspettativa di vita del JWST conferma: “Attualmente, la più grande fonte di incertezza sono gli effetti a lungo termine degli impatti delle micrometeore che stanno lentamente distruggendo lo specchio primario“.

Come accennato in precedenza, lo specchio Webb principale di 6,5 metri è costituito da 18 segmenti di oro berillio. Particelle di polvere fine sono cadute in uno di essi, denominato C3, tra il 23 maggio e il 25 maggio 2022.

Dal lancio, Webb è stato influenzato da altri cinque micrometeoriti più piccoli.

In seguito all’impatto, il vice amministratore della direzione della missione scientifica della NASA Thomas Zurbuchen ha twittato:

Dopo le valutazioni iniziali, il team ha scoperto che il telescopio funziona ancora a un livello che supera tutti i requisiti della missione“.

Tuttavia, la ricerca attuale indica che il danno alla sezione C3 potrebbe essere più grave di quanto si pensasse in precedenza.

Gli ingegneri che hanno progettato il telescopio sanno che i suoi specchi e la visiera solare finiranno per erodersi a causa degli impatti di micrometeore, anche se potrebbe avere abbastanza carburante per 20 anni.

Si prevede inoltre che le particelle cariche alla fine danneggino i rivelatori di Webb e che il suo schermo solare e l’isolamento originale a cinque strati si deteriorino a causa degli agenti atmosferici dello spazio.

fonte@esoreiter.ru

Next Post

La senescenza fa invecchiare i tessuti della pelle

I ricercatori del Wistar Institute hanno studiato come viene controllata la senescenza e il suo ruolo significativo nella promozione dell’invecchiamento e nel trattamento delle malattie associate all’età. Una proteina coinvolta nell’editing dell’RNA è anche coinvolta nella senescenza e nelle sue implicazioni nell’invecchiamento dei tessuti. Rugang Zhang, PhD, vicedirettore dell’Ellen and […]
La senescenza fa invecchiare i tessuti della pelle