Justin Bieber i suoi ex vicini lo accusano di odio razziale

Redazione

Ancora guai per la popstar Justin Bieber, questa volta i problemi arrivano addirittura dai suoi ex vicini di casa.

Già in passato si è parlato spesso delle diatribe nate tra la popstar e i suoi vicini di casa, festini fino a tarda notte e fastidiosa musica incessante senza rispetto per gli altri, i suoi ex vicini di casa, Jeffrey e Suzanne Schwartz avevano già citato il cantante nel 2014.

Dopo quella denuncia i due vicini avevano ricevuto la somma di 80mila dollari dalla popstar per la “riparazione” di alcune parti della loro abitazione vandalizzate da Justin e amici, ma oggi, come rivela il magazine TMZ, la coppia sembra andare oltre.

Dopo gli 80mila dollari ottenuti dal tribunale, i coniugi Schwartz hanno presentato una nuova documentazione tramite il loro legale, accusando la popstar di odio razziale e offese antisemite, da una parte Jeffrey sostiene anche che Bieber abbia rovinato la sua attività commerciale con la pubblicità fatta, dall’altra anche l’accusa di odio verso gli ebrei e addirittura di una campagna di terrore nei loro confronti.

Gli avvocati di Bieber naturalmente rispediscono al mittente le accuse confermando che si tratta di qualcosa di “assurdo” e senza fondamento, d’altronde pare che gli stessi coniugi Schwartz abbiano confermato, attraverso le dichiarazioni scritte, che le parole offensive sarebbero state pronunciate dalla guarda del corpo del cantante.

FONTE

Next Post

Bill Cosby, i proclami della figlia: Non è uno stupratore

Secondo i media questo potrebbe essere un ulteriore ultimo tentativo per influenzare l’opinione pubblica prima del processo a discapito di Bill Cosby. A suo sostegno arrivano le dichiarazioni pubbliche della figlia Evin Cosby oggi 40enne ha confermato: “Io sono la sua quarta figlia, mi ha fatto andare al college, mi […]
bill cosby difeso dalla figlia evin cosby