La realtà sulla porta degli inferi in Turchia

Redazione

Una grotta in Turchia che è stata considerata la porta degli inferi da oltre 2.200 anni. Anche gli antichi romani la chiamavano la porta dell’inferno. Questa è una grotta nella città di Hierapolis (territorio dell’antica Frigia). Nei tempi antichi, gli animali venivano sacrificati all’interno per adorare Plutone (Dio della morte).

I sacrifici erano pubblici e venivano osservati da tutte le persone interessate. Allo stesso tempo, le persona che portavano gli animali lì rimanevano sempre in vita.

La realta sulla porta degli inferi in Turchia
foto@Flickr

All’interno della grotta lo spazio è riempito di vapore denso con un’alta concentrazione di anidride carbonica. Qualsiasi animale che fosse stato portato nella grotta sarebbe morto all’istante. È menzionato negli scritti dell’antico storico Strabone, vissuto nel 64-24 a.C.

Il ritrovamento è stato possibile grazie alla morte di massa di uccelli nell’area della grotta, come riferisce Sciencealert.

Il vulcanologo Hardy Plants ha affermato che tali concentrazioni di anidride carbonica appaiono a causa dell’attività sismica nel sottosuolo. Gli scienziati hanno capito perché la grotta non ha ucciso le persone. Il fatto è che il vapore è più denso e più pesante dell’aria. Si adagia a 40 cm dal piano dell’arena. Era a questa altezza che si trovava la testa della maggior parte degli animali, così l’hanno respirata e sono morti immediatamente.

Era sicuro per le persone lì, camminavano semplicemente nella nebbia, senza respirarla. Gli storici affermano che nell’antichità molti turisti venivano qui per assistere al fenomeno così insolito. Dopotutto, la gente pensava davvero che le anime degli animali morti fossero state prese dal Dio della Morte.

Next Post

Francia: 184 morti per Covid nella giornata di mercoledì

Il ministero della Salute francese ha segnalato questo mercoledì la morte di altre 184 persone a causa del coronavirus, di cui sono state diagnosticate altre 21.498 positive, tanto che sono già 5.821.668 i casi accumulati, di cui 184 corrispondono alla cifra dei deceduti. L’ultima parte della Gala General Directorate of […]
Francia 184 morti per Covid nella giornata di mercoledi