Leonardo Di Caprio sarà Joker per Scorsese?

Su internet ogni giorno impazzano milioni di gossip, indiscrezioni, rumors, sovente senza nessun fondamento, ma pochi stanno facendo il giro del mondo, tenendo col fiato sospeso gli appassionati di cinema, come quello che nelle ultime ore vede protagonista il divo Leonardo Di Caprio.

Per coloro che non ne fossero a conoscenza, Warner Bros. ha recentemente annunciato lo sviluppo di un film che racconterà le origini del Joker, e visto che nel progetto non sarà coinvolto Jared Leto, nuovo Joker dell’Universo Esteso DC, sono in corso casting per trovare un nuovo volto all’iconico villain dei fumetti DC.

Ed è proprio a questo che si ricollega l’ultimo, incredibile, gossip che sta saltando da una testata all’altra assumendo sempre più “credibilità”: Leonardo di Caprio potrebbe essere il nuovo Joker?

Intanto lo studio ha affidato a Todd Phillips, regista di Old School e della Trilogia di Una Notte da Leoni, il compito di realizzare lo script insieme allo sceneggiatore di 8 Mile Scott Silver. Phillips si occuperà anche della regia e della produzione, e pare che i suoi oneri verranno condivisi insieme a un film maker leggendario quale Martin Scorsese.

L’indiscrezione diffusa dall’Hollywood Reporter suppone che la Warner Bros voglia assumere Di Caprio nel ruolo del principe del crimine, e il coinvolgimento di Scorsese dovrebbe servire proprio ad attirare l’attore che finora non è mai apparso in un cinecomic, nonostante le numerose offerte da parte degli studios.

Per i ben informati le probabilità di ottenere l’attore sono realisticamente risicate, ma l’intenzione, se effettivamente esiste, potrebbe aprire delle nuove porte per questo tipo di adattamenti cinematografici.

L’idea di un film di origine cupo, grintoso e realistico su un gangster tradizionale come il Joker che terrorizza Gotham City, con Di Caprio nel ruolo principale e il 74enne Scorsese che offre consigli creativi dalla sedia del produttore potrebbe dar vita a un capolavoro, che gli appassionati di buon cinema non possono che bramare.

Next Post

L’Oreal licenzia modella trans perché razzista

Senza dubbio la forma di razzismo più diffusa è quella che vede protagonisti i bianchi nei confronti dei neri e in generale di tutte le altre etnie, ma il problema esiste anche al contrario, ed è venuto clamorosamente alla ribalta in queste ore, per un gesto forte che l’azienda ha […]