Napoli: detenevano traffico illegale di specie a rischio, sequestrati gli animali

Redazione

Sequestrati a Pomigliano d’Arco un centinaio di esemplari di rettili e anfibi rarissimi e in via di estinzione.

Un gruppo di ragazzi dai ventiquattro anni ai ventotto gestiva il traffico illegale rivolto agli appassionati di tale genere di animali e portava a termine la compravendita servendosi dei social network.

Il sequestro è stato effettuato dal Servizio Cites del Comando Regionale Campania del Corpo forestale dello Stato il quale ha prelevato 3 crotali (Crotalus lepidus), più conosciuti come serpenti a sonagli, oltre 11 pitoni reali (Python regius), 40 Dendrobates note come ‘rane freccia’, e un varano (Varanus exanthematicus); quest’ultimo è incluso nella lista degli animali non detenibili poiché è estremamente pericoloso e il suo veleno può uccidere un uomo in pochi minuti.

Gli animali in questione venivano portati dalla Germania e il loro viaggio si svolgeva in piccoli contenitori dove venivano stipati per più di ventiquattro ore;

I ragazzi coinvolti nel traffico sono accusati di commercializzazione e detenzione di specie pericolose, acquisizione senza certificazione di specie in via di estinzione e maltrattamento di animali;

la durata della reclusione prevista per questi reati può variare dai tre ai diciotto mesi. i tre giovani partenopei rischiano anche una multa dai 5.000 a 30.000 euro e sanzioni amministrative che arrivano fino a un milione di euro.

Next Post

Tumori, la maggioranza sono colpa di stili di vita errati

La stragrande maggioranza dei tumori sono provocati da errati stili di vita Ora anche la scienza arriva a confermare quello che in realtà già molti di noi sapevamo o almeno intuivamo, guardandoci in torno, e guardando soprattutto come, negli, i nostri stili di vita sono completamente cambiati e non in […]