Natale e Capodanno, ad aumentare è in primis il colesterolo

Le festività di Natale e Capodanno fanno bene all’umore: si passa qualche giorno lontano dal lavoro, tornando magari alla propria città natate, ritrovandosi con amici e parenti che nel corso dell’anno si riescono a vedere poco.

Ma in queste feste, inutile negarlo, ci si abbandona anche agli stravizi della tavola: sono giorni in cui si fa incetta di dolciumi, ma anche di cibi grassi, ipercalorici, oltre a fiumi di alcol.

Cibi che di certo non fanno bene al corpo e al cuore, ed infatti gli esperti sottolineano come a risentirne sia soprattutto il colesterolo.

Secondo un’analisi condotta dall’Università di Copenaghen, pubblicata sulla rivista scientifica Atherosclerosis, che ha coinvolto circa 25mila danesi, dopo le feste il colesterolo si innalza di un quinto per nove persone su dieci: in pratica c’è un picco di oltre il 20% nei livelli rispetto a quelli dell’estate.

«Il nostro studio mostra che i livelli di colesterolo sono influenzati dal cibo grasso che consumiamo quando festeggiamo il Natale. Il fatto che così tante persone abbiano valori alti di colesterolo subito dopo le vacanze di Natale è molto sorprendente», chiosa Anne Langsted, una delle ricercatrici che ha condotto lo studio.

Potrebbero interessarti

Nanomedicina, si celebra il Nano World Cancer Day

Ancora misconosciuta alla maggior parte della gente comune, la nanomedicina è una…

Molecular Farming: nuova speranza per i tumori

Si è parlato di Molecular Farming al Convegno di Labozeta Spa dello…