Reale contatto con alieni porterebbe al crollo delle religioni?

Redazione

Il contatto con una civiltà extraterrestre, che sembra anno dopo anno essere cosa imminente, potrebbe portare al crollo di alcune certezze come la fede?

La ricerca dell’intelligence extraterrestre (SETI) è iniziata nel secolo scorso, con molti progetti finanziati dal governo degli Stati Uniti e da fonti private.

Per il momento non è stato trovato nulla che confermi l’esistenza di altre civiltà, o se qualcosa è stato trovato, non è stato annunciato al pubblico. Tuttavia, nella nostra galassia sono stati scoperti pianeti che indicano somiglianze con la Terra e possibilità di vita su quei pianeti.

Reale contatto con alieni porterebbe al crollo delle religioni

Qualche mese fa, secondo informazioni non verificate, si è tenuta una riunione di un comitato dell’ONU, composto dai membri permanenti del Consiglio di sicurezza che si occupa di tali questioni. Era stata la prima volta in molti anni che il comitato si era riunito e ovviamente pochissimi cittadini “normali” sapevano di cosa si discuteva.

Un mese dopo la visita del Papa negli Stati Uniti, il quotidiano vaticano “L’Osservatore Romano” ha ospitato il 13 maggio un’intervista al direttore dell’Osservatorio vaticano, dal titolo “Lo straniero è mio fratello“, in cui afferma alcune cose molto importanti.

Quando gli è stato chiesto della possibilità di una vita extraterrestre, ha risposto dicendo:

È possibile, anche se fino ad ora non abbiamo prove. Ma certamente in un universo così grande, questa ipotesi non può essere esclusa

Alla domanda se vede una contraddizione tra la fede cattolica e il credere negli alieni, ha risposto:

Penso che non ci sia contraddizione. Proprio come c’è una molteplicità di creature sulla terra, così potrebbero esserci altri esseri, anche esseri intelligenti, creati da Dio“.

Questo non è in contraddizione con la nostra fede, perché non possiamo stabilire limiti alla libertà creativa di Dio. Per dirlo con le parole di San Francesco, se possiamo considerare alcune creature terrene come fratelli o sorelle, perché non potremmo parlare di un fratello alieno? Apparterrebbe anche alla creazione“.

È importante notare che il Vaticano, per la prima volta nella sua storia, ha rilasciato una dichiarazione del genere. E il Vaticano non fa mai dichiarazioni a meno che non ci sia un motivo.

Quando ci sono stati contatti tra le civiltà sulla Terra in passato, quello che di solito è successo è che quella più forte ha influenzato o assorbito quella più debole o che quella più debole si è estinta. Questo è uno dei motivi per cui la razza umana di Neanderthal è scomparsa e ha prevalso l’Homo sapiens.

Se ci fosse un contatto tra l’umanità e una civiltà extraterrestre, le prime certezze a crollare potrebbero essere le religioni della Terra, se fosse dimostrato che l’esistenza della vita extraterrestre contraddirebbe le religioni umane.

Di conseguenza, è possibile che il contatto tra l’umanità e una civiltà extraterrestre possa essere imminente e che i dettagli tecnici di tale incontro possano essere in fase di elaborazione. Questo potrebbe spiegare anche questa chiara apertura verso civiltà extraterrestri.

Se così fosse, allora tutti gli altri problemi del pianeta diventerebbero temporaneamente irrilevanti, vista l’importanza di tale contatto.

fonte@Anomalien.com

Next Post

Anche un'attività fisica eccessiva può danneggiare il cuore

Mentre il vaccino contro il covid-19 ancora deve raggiungere l’intera popolazione, chi rimane fermo nell’isolamento sociale cerca di mantenersi in forma con esercizi fisici a casa. Tuttavia, prestazioni in eccesso o inadeguate possono avere un effetto opposto e causare complicazioni in coloro che praticano. L’allarme arriva dal chirurgo vascolare Calogero […]
Anche un attivita fisica eccessiva puo danneggiare il cuore