Renzi: via Imu e Tasi e ai sindaci assegno corrispondente

Eleonora Gitto

Matteo Renzi a Porta a Porta rassicura i sindaci: . “Noi togliamo Imu e Tasi ma daremo ai sindaci un assegno corrispondente”.

Renzi a Porta a Porta ha voluto rasserenare i sindaci che alla notizia che il prossimo anno sarebbero state abolite Imu e Tasi si era preoccupati e non poco perché non è un mistero per nessuno che spesso le casse dei comuni italiani non sono ricolme, anzi.

“Nel 2014 – dichiara Renzi – abbiamo dato gli 80 euro, nel 2015 abbiamo concluso l’operazione su Irap e costo del lavoro, nel 2016 taglieremo l’Imu e la Tasi che è l’operazione che abbiamo annunciato a luglio. Nel 2017 penseremo all’Ires e nel 2018 all’Irpef”.

Poi il Presidente del Consiglio ha aggiunto “Quel che togliamo ai Comuni – ha spiegato – lo restituiamo paro paro, come si dice a Roma. Sarà emblematico: tot levi ai Comuni, tot rimetti immediatamente”.

Renzi è intervenuto anche sulle pensioni sottolineando che “le decisioni si annunciano solo quando siamo sicuri di farle”.

“Oggettivamente – ha continuato il Prmeier – dobbiamo trovare un meccanismo per cui chi vuole andare un po’ prima rinunciando a un po’ di soldi possa farlo. Il problema è quanto prima e quanti soldi”.

Non è mancata da parte del Premier anche una riflessione sul Sud: “Al Sud – ha detto – non servono nuovi libri dei sogni che sono diventati incubi, basta fare. Quel che serve per mettere in moto l’Italia è realizzare le cose vecchie pensate dagli altri”.

Next Post

Maker Faire, a obbore mese degli inventori Hi-tech

Tornano di inventori e le idee per l’Hi-tech, torna infatti il Maker Faire un appuntamento molto interessante per chi è pieno di idee e ama la tecnologia, per chi pensa che la tecnologia può essere importante nello svolgere la vita di tutti i giorni. Dal 16 al 18 ottobre presso […]