Riscaldamento globale: allarme permafrost, sciogliendosi libera gas serra

Eleonora Gitto

Attenzione al permafrost, sciogliendosi libera il gas serra responsabile del riscaldamento globale.

La situazione è tutt’altro che bella. A causa del riscaldamento generale della Terra, varie sono le conseguenze più o meno immediate. Una di queste riguarda il cosiddetto Permafrost, altrimenti detto il gigante dormiente.

Questo è uno strato di terreno ghiacciato che si trova poco sotto il suolo delle regioni artiche.

Con lo scioglimento progressivo dei ghiacci, potrebbe liberarsi dal suo interno un contenuto non indifferente di carbonio destinato a riversarsi nell’atmosfera.

Con il risultato che questo andrebbe ad aggiungersi alla Co2 frutto degli scarichi industriali.

Alla fine il cosiddetto effetto serra potrebbe diventare ancora più pesante nei prossimi decenni. Ed effetto serra vuol dire global warming, riscaldamento globale. La stessa cosa successe qualche migliaio di anni fa, verso la fine dell’ultimo periodo glaciale.

Il fenomeno è stato studiato accuratamente da un gruppo internazionale di scienziati coordinato dall’Istituto di Scienze Marine del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Bologna. La ricerca è stata pubblicata sulla prestigiosa rivista scientifica internazionale Nature Communications.

Per condurre le ricerche, gli scienziati hanno operato dei carotaggi alla foce del fiume siberiano Lena, nel Mar Glaciale Artico. Sul permafrost informa Tommaso Tesi, ricercatore del CNR: “Si tratta del carbonio solido presente nelle biomasse del suolo, materiale organico delle antiche foreste, vegetazione e animali, sedimentato nel corso della storia”.

Next Post

Francesco Facchinetti: Il mio albero di Natale gigante!

Periodo natalizio e tutti cominciano a darsi da fare per preparare e addobbare la propria casa, anche i vip e i personaggi dello spettacolo ovviamente. Tra tutti certamente Francesco Facchinetti ha fatto le cose in grande, il cantante e presentatore ha infatti condiviso uno scatto sul suo profilo Instagram che […]