Samsung rialza la testa e va ben oltre il Note 7

Redazione

Samsung rialza la testa e va ben oltre il Note 7.

Nonostante le batterie che esplodono, nonostante i relativi device ritirati, nonostante le conseguenze in termini di impopolarità, nonostante le vicissitudini della dirigenza con la giustizia, la casa sudcoreana va avanti come un treno, anzi, come un aereo.

Quasi tutti prevedevano da un punto di vista economico-finanziario un annus horribilis, ma ciò non è stato.

La società è molto più solida e ben piantata di quel che si creda.

Se pensiamo che il 2016 si chiude con un utile netto cresciuto del 120% e un aumento del 10% quanto ad utili operativi, abbiamo contezza della competitività e delle prospettive future del brand.

Il breve arresto in borsa, dovuto alla quasi tragedia del Samsung Galaxy Note 7 e delle sue batterie ad alta pericolosità, non è bastato.

Tra l’altro, da poco la casa sudcoreana ha chiuso l’inchiesta interna sulle esplosioni delle batterie, consegnandone i risultati alle autorità Usa.

Si trattava, in molti casi, di batterie sovradimensionate che non si incastravano correttamente negli alloggiamenti dello smartphone.

Smartphone che in generale nel 2017, come spiegano alla stessa casa, vedranno un rallentamento progressivo della produzione. A favore di cosa, ancora non si sa bene.

Next Post

Facebook i primi test della pubblicità su Messenger

Arriva sulla chat Messenger la pubblicità, Facebook, anzi per meglio dire Mark Zuckerberg, ha deciso di cominciare i primi test per il mercato australiano e la Thailandia. Si tratta di “piccoli test” come è stato ufficialmente confermato, le inserzioni saranno posizionate nella schermata iniziale della chat, i banner pubblicitari verranno […]
facebook pubblicita su messenger