Sciopero dei commessi da nord a sud
Sciopero dei commessi da nord a sud

Sciopero dei commessi a Roma per il mancato rinnovo dei contratti da più di due anni.

Molti di essi parteciperanno alla manifestazione a Milano per la quale afferma il segretario generale di Filcams Vittorio Pezzotti : «Ci aspettiamo grande adesione, stiamo riempiendo i pullman per la manifestazione del settore. Sulla base delle esperienze dell’ultimo sciopero, ci aspettiamo forti adesioni all’Ikea, a Panorama, a Carrefour e in altre strutture».

Lo sciopero interessa anche colossi come Decathlon, Coop, Rinascente e Oviesse. Il leader del sindacato Flaica, Giancarlo Desiderati, spiega: «Ci sono tagli della retribuzione di quasi 200 euro. Per questo i dipendenti hanno donato per protesta alla Caritas il regalo aziendale. Sono delle pentole che rischierebbero di restare vuote».

Anche il segretario generale della Utilcus Sicilia incalza : “Il nuovo contratto che Confesercenti e Distribuzione cooperativa hanno proposto è inaccettabile perché prevede condizioni peggiori per i dipendenti sotto il profilo economico e normativo. La Distribuzione cooperativa, addirittura, vorrebbe differenziare trattamenti tra Nord e Sud.

È paradossale che le grandi imprese aderenti a queste associazioni non vogliano riconoscere gli aumenti contrattuali mentre le imprese aderenti a Confcommercio, dal marzo di quest’anno riconoscono condizioni migliori dal punto di vista salariale creando così un divario fra i lavoratori all’interno dello stesso settore. In tutto questo i grandi gruppi, anche quelli a livello internazionale come Auchan, Carrefour, Zara, Leroy Merlin, Zara, Rinascente, giocano al ribasso”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Caritas, 4 milioni di poveri per cui non si fa abbastanza

Al governo Renzi si deve senza dubbio riconoscere un forte impegno nel…

Siracusa, confessa l’omicidio il marito di Eligia Ardita

Ha negato finché ha potuto, finché l’evidenza non ha preso il sopravvento…