SkinTrack, se la pelle diventa un touchscreen

Redazione

SkinTrack è una nuova tecnologia che permette il controllo dello smartwatch utilizzando come touchscreen una superficie insolita e più grande: la pelle del braccio.

SkinTrack è stata realizzata dal laboratorio di ricerca Future Interfaces Group della Carnegie Mellon University. L’idea ai ricercatori del gruppo che si occupa esclusivamente di tecnologia, è nata da una semplice costatazione. Giacché negli smartwatch, per ovvie ragioni, il display non può essere ingrandito come succede per gli smartphone, perché non trovare il modo di sfruttare la superficie del braccio? Interagire con i comandi di un’interfaccia su una superficie più grande, di sicuro, è molto più comodo.

Come funziona la tecnologia SkinTrack? Attraverso due strumenti. Il primo è un anello che emette nel dito in cui si indossa un segnale AC ad alta frequenza. Il secondo è un wristband che, indossato sul braccio opposto, rileva il segnale. Quando il dito tocca la pelle del braccio, il dispositivo misura la differenza di fase dovuta al ritardo della propagazione del segnale rilevato dagli elettrodi integrati nel wristband. La differenza rilevata è convertita in coordinate 2D. Questo sistema permette di tracciare la posizione con una precisione del 99%. L’errore medio calcolato è solo di 7,6 millimetri.

Il sistema SkinTrack è in grado di eseguire rilevazioni continue ed è quindi capace di leggere movimenti come il pinch to zoom. Inoltre può rilevare anche movimenti come lo swipe o il tap.
SkinTrack però fa anche altro. Il prototipo, infatti, può anche di leggere comandi abbinati a lettere. Solo disegnando una S, per esempio, si può rifiutare una chiamata. Se invece sul proprio braccio si traccia una N, avviamo l’app delle news.

Insomma, appena i ricercatori avranno messo a punto il sistema e risolti alcuni problemini legati alle condizioni della pelle (sudore, Ph, idratazione, ecc.) utilizzando il braccio come touchscreen si potrà interagire agevolmente con app o giochi senza sfiorare lo smartwatch. La tecnologia integrata nei dispositivi indossabili sembrava fantascienza, poi arriva SkinTrack e all’improvviso realizziamo che, anche se non ce ne siamo ancora accorti, siamo già nel futuro.

Next Post

Gwen Stefani al karaoke con George Clooney e Julia Roberts

Se il karaoke è uno dei passatempi più nazionalpopolari che esistono, adatto a grandi e piccini e capace di conquistare proprio tutti, il karaoke di cui vi parliamo oggi è veramente speciale e vede come protagonisti tre star mondiali che assieme hanno dato vita a uno spettacolo veramente esilarante. Il Carpool […]
Gwen Stefani al karaoke con George Clooney e Julia Roberts