Social sono causa dell’aumento della depressione

Definita come “male oscuro” o “male del secolo”, la depressione colpisce milioni di persone in tutto il mondo, trasversalmente a tutte le età e classi sociali.

La depressione attanaglia in una morsa in cui ci si sente stritolati, da cui sembra impossibile uscire senza il giusto sostegno, e che può essere aggravata anche da un uso sconsiderato dei social network.

Proprio i social, nati per mettere in connessione le persone, potrebbero al contrario aumentare il proprio senso di smarrimento e insoddisfazione: a lanciare l’allarme i ricercatori dell’Università della Pennsylvania, a Filadelfia, in uno studio che ha considerato tre social network: Facebook, Instagram e Snapchat.

Gli autori affermano che si tratta del primo studio che stabilisce un “chiaro collegamento causale” fra la diminuzione dell’uso dei social e un minor senso di solitudine e manifestazioni collegate alla depressione.

“Quando si osservano le vite degli altri, soprattutto su Instagram, è facile concludere che siano più interessanti o migliori della propria”, spiega Melissa G. Hunt, che però conclude che la soluzione non è eliminare del tutto i social, ma limitare il loro uso a non più di 30 minuti al giorno.

foto@Flickr

Next Post

Uomini e Donne, ennesima scena disdicevole tra Tina e Gemma

Che si tratti del trono classico o del trono over, la protagonista assoluta finisce sovente per diventare lei, Tina Cipollari: irreverente e senza peli sulla lingua, l’opinionista piace proprio per il suo carattere schietto, che però spesso sfocia nell’esagerazione e nell’esasperazione. Ormai non si contano più le liti con Gemma […]
Uomini e Donne, ennesima scena disdicevole tra Tina e Gemma