Teoria del tutto: Risolto l’esperimento della doppia fenditura
Teoria del tutto Risolto esperimento della doppia fenditura

L’esperimento della doppia fenditura è uno dei test più sconvolgenti mai ideati, se non altro per le profonde ramificazioni che ha per comprendere la realtà stessa. E un docente della British University ha ora suggerito una soluzione a uno dei più grandi misteri della meccanica quantistica.

L’esperimento a doppia suddivisione dimostra un inquilino centrale del quadro matematico più fondamentale alla base di tutto, noto come fisica quantistica. La fisica quantistica è alla base del modo in cui funzionano gli atomi, come la chimica e la biologia funzionano come fanno, ma questo universo subatomico è dove le regole che comprendiamo vengono capovolte. Nella fisica moderna, l’esperimento della doppia fenditura è un modo per tentare di cogliere la natura fondamentalmente probabilistica dei fenomeni della meccanica quantistica.

Una particella elementare chiamata fotone, quando viene proiettata verso un sensore attraverso due fessure in una barriera, appare sia come un’onda che come una particella.

Ciò illustra come nella fisica classica le leggi ritenute irremovibili non siano semplicemente applicabili a livello subatomico.

In questo esempio, la luce è sia un’onda che una particella e in più di un luogo allo stesso tempo.

Tuttavia, le cose diventano ancora più strane di così a livello subatomico.

L’atto stesso di osservare i fotoni, ad esempio, in azione, cambia ciò che accade.

Teoria del tutto Risolto esperimento della doppia fenditura

Sebbene esistano alcune teorie straordinariamente sofisticate ed eleganti per spiegare questo e i fenomeni correlati, un consenso scientifico finora rimane sfuggente.

Tuttavia, Peter Morrisson, docente all’University College Isle of Man e autore, crede di avere una soluzione.

Ha detto a Express.co.uk: “Ho passato il tempo del blocco di coronavirus a sviluppare nuove teorie sulla gravità, sulla natura della materia, del tempo, dello spazio e della realtà stessa, che vanno oltre Einstein“.

La premessa centrale è che l’esperimento della doppia fenditura espone due livelli di realtà: realtà soggettiva / percettiva e realtà oggettiva / inconoscibile“.

Quando vengono rilevate particelle che passano attraverso una delle fessure, sullo schermo fotosensibile appaiono due bande anziché il modello di interferenza associato all’onda che sarebbe altrimenti apparso“.

L’unica spiegazione plausibile per questo è che la realtà percepita è stata alterata dal rilevamento“.

In effetti, non vi è alcun collasso delle onde. L’onda rimane completamente intatta, ma nella realtà oggettiva – dove è sempre stata e dove è totalmente impercettibile“.

Ma poiché una ‘particella’ è stata rilevata che passa attraverso la fenditura, la realtà soggettiva in cui viviamo registra istantaneamente l’effetto delle particelle“.

Affinché la realtà soggettiva possa essere alterata in questo modo, l’unica spiegazione è che tutta l’umanità è connessa a livello subconscio.”

Sostiene se questa interconnettività subconscia sembra inverosimile, allora perché è osservata in altre specie, come gli uccelli in volo, gli animali in migrazione e le colonie di insetti.

Ha detto: “Perché dovremmo essere diversi? Se la materia essendo un’illusione sembra inverosimile, la fisica atomica rivela chiaramente che la vera natura della materia, l’atomo, consiste in un equilibrio tra energia elettromagnetica positiva e negativa in una forma vincolata “.

Procede suggerendo tre possibili soluzioni a questo dilemma.

Morrisson ha detto: “La conclusione finale è che le principali religioni del mondo sembrano essere corrette“.

C’è una realtà superiore; la mente, essendo il Creatore piuttosto che la creazione della percezione, deve sopravvivere alla morte fisica; e tutta l’umanità è irrimediabilmente interconnessa.

Ha aggiunto: “Tuttavia, il mio processo di ragionamento induttivo non può provare Dio“.

Loading...
Potrebbero interessarti

Orvieto, astronomia e jazz insieme per la cultura

Grande iniziativa a Orvieto, astronomia e jazz insieme per la cultura. Si…

Legambiente, torna sul Lago Maggiore la Goletta dei laghi

Legambiente ha pubblicato le analisi del Lago Maggiore condotte dalla Goletta dei…