Terrorismo, fermati e poi rilasciati cinque sospetti a Bruxelles

Redazione

Continuano le indagini per i colpevoli del tragico attentato di Parigi dello scorso 13 novembre.

Il primo sospettato e ricercato principale resta Salah Abdeslam, ma di lui non ci sono ancora tracce; le intelligence dei vari paesi europei coinvolti nelle indagini proseguono a ritmo serrato, ma del terrorista non si sa ancora nulla.

Intanto continuano le perquisizioni, le inchieste, le intercettazioni e gli arresti dei soggetti sospettati di aver preso parte agli attentati che quella sera al Bataclan videro morire centotrenta persone: oggi sono stati arrestati cinque sospetti tutti a Bruxelles, la capitale Belga, in quartieri limitrofi al centro: si tratta di Dansaert e Laeken.

I cinque arrestati erano stati fermati poiché dalle ultime intercettazioni dei tabulati di quella sera è risultato che Salah avesse dei complici molto vicini ma probabilmente residenti nella città del Paesi Bassi; quest’ultima è praticamente blindata da quando alcuni dei principali colpevoli della strage sono stati arrestati proprio lì; questa mattina, però, il quintetto di presunti terroristi sono stati rilasciati poiché la polizia non ha trovato, durante le perquisizioni, nessuna traccia di esplosivo né di armi nelle loro abitazioni.

Next Post

La mamma ideale deve avere trent’anni

Figli belli, intelligenti e sani con una mamma di trent’anni In un paese in cui la natalità diminuisce sempre più e le donne scelgono di diventare mamma ad un’età sempre maggiore, causa anche la difficoltà di sposarsi e metter su famiglia da giovanissimi, arriva una ricerca a tracciare il profilo […]