Vitamina D, nessuna difesa contro il coronavirus

Redazione

 Da molti mesi è stato riferito che la vitamina D ha un effetto positivo sul decorso del Covid-19. Secondo gli esperti, tuttavia, non esiste una relazione di causa-effetto.

Secondo i risultati della German Nutrition Society (DGE), non ci sono prove affidabili di protezione dal coronavirus attraverso integratori di vitamina D. Secondo studi precedenti, non è stata dimostrata nemmeno una relazione di causa-effetto tra un basso livello di vitamina D e un decorso grave della malattia .

Vitamina D nessuna difesa contro il coronavirus

Gli esperti hanno esaminato dozzine di studi e osservazioni di diversi paesi.

È vero che ci sono state molte segnalazioni sugli effetti positivi della somministrazione di vitamina D nel corso della malattia Covid 19. Tuttavia, gli studi hanno mostrato principalmente carenze tecniche. Ad esempio, perché lo stato vitaminico dei soggetti del test non era noto prima che si ammalassero. Anche i gruppi di confronto erano molto diversi oppure i soggetti del test erano esposti a fattori di rischio come l’obesità o il diabete.

La conclusione dei nutrizionisti: “Al momento non ci sono argomenti che potrebbero giustificare l’integrazione di vitamina D in persone con uno stato di vitamina D adeguato. Questo con l’obiettivo di prevenire un’infezione da Sars-CoV-2 o ridurre la gravità di una malattia da Covid-19“.

Next Post

Nasce la prima bistecca di carne stampata in 3D

La bistecca di carne ottenuta con una stampante 3D, viene coltivata in un laboratorio e sarà in vendita a circa 50 euro dal prossimo anno. La prima bistecca al mondo fatta con una stampante 3D e, secondo quanto riferito, altrettanto succosa e tenera come una normale bistecca, ma con dei risvolti positivi […]
Nasce la prima bistecca di carne stampata in 3D