We are the world ha 30 anni

Redazione

Trent’anni di un successo che resterà nella storia della musica leggera internazionale.

Era il 28 gennaio del 1985 quando in uno studio di registrazione di Hollywood si ritrovarono 45 musicisti per incidere un brano a scopo benefico.  In quegli anni l’Africa era devastata dalle guerre civili e dalla fame, in particolar modo l’Etiopia era afflitta da una drammatica carestia che mieteva vittime, ogni giorno, soprattutto bambini.  A scopo benefico, da un’idea di  Harry Belafonte e del suo manager che suggerì di coinvolgere altri artisti sul modello del progetto Band Aid,  gli United Support Artists for Africa, incisero il brano, che per mesi è stato in cima alle classifiche mondiali.

Al progetto parteciparono tra gli altri : Bob Geldof, Lionel Richie, Michael Jackson, Stevie Wonder, Diana Ross, Ray Charles, Tina Turner, Cindy Lauper, Billy Joel, Bob Dylan, Bruce Springsteen e Dionne Warwick.

A distanza di trent’anni da quel successo We are the world, “noi siamo il mondo” è un brano  attuale perchè ancora oggi c’è bisogno dell’impegno di tutti “per costruire giorni migliori”.

Next Post

Sergio Mattarella è Presidente della Repubblica

L’Italia ha il suo nuovo presidente della Repubblica, senza colpi di scena, così come era emerso già da qualche giorno, Sergio Mattarella è stato eletto al Quirinale come successore di Giorgio Napolitano. Un applauso lungo quattro minuti ha salutato l’elezione al Colle di Sergio Mattarella. Quorum superato alla quarta votazione. […]