Whatsapp, attenti alla truffa: l’allarme della Polizia Postale

Eleonora Gitto

La truffa su Whatsapp è sempre in agguato: l’allarme della Polizia Postale

Whatsapp sempre essere il servizio di messaggistica più amato dai truffatori.

Prima la truffa del falso invito a rinnovare l’abbonamento alla nota applicazione, dopo quella che viaggia su un sms.

Gli iscritti all’app in questi giorni sono entrati nel mirino di un malware molto pernicioso.

Di cosa si tratta? Di un semplice sms che notifica all’utente che il proprio account sta violando le condizioni di utilizzo di Whatsapp.

Nel testo si legge per ripristinare l’account che crea problemi, è necessario cliccare su un link sottostante.

La Polizia Postale esorta a ignorare il messaggio: ricordatevi che “nessun link fuorviante deve essere aperto se giunto attraverso messaggi di testo, su WhatsApp o altri servizi di messaggeria o social network”.

Inoltre, la Polizia invita a “non fornire informazioni personali, se la fonte non è affidabile, non installare applicazioni non ufficiali scaricabili da negozi virtuali; non condividere o aprire messaggi sospetti; utilizzare un sistema di sicurezza che blocca il malware e i siti fraudolenti”.

Bisogna fare molta attenzione anche ai virus. Per esempio, se arriva un messaggio del tipo “Scarica le nuove emoticon”, non cadete nella trappola. La Polizia Postale rende noto che ci sono due virus che a scaricare nuove emoticon.

Non accettate mai tale invito: ricordatevi sempre che l’aggiornamento delle emoticon non è mai segnalato attraverso un messaggio ma solo tramite aggiornamenti delle applicazioni.

Next Post

Bruce Springsteen, a settembre arrivano assieme album e biografia

Non solo un tour a dir poco entusiasmante, col tutto esaurito in tutte le tappe e le città del mondo che ha toccato, ma anche uno straordinario progetto, un album che vedrà la luce tra poco e che conterrà ben sei inediti, che i suoi milioni di fans attendono in […]