Apple iOS 11 disponibile anche in beta
apple ios 11 versione beta

Nella giornata di lunedì la Apple ha potuto ufficialmente dare uno sguardo al nuovo aggiornamento iOS 11, il sistema operativo mobile di prossima generazione dell’azienda di Cupertino, Apple ha mostrato agli utenti iPhone e iPad tutte le nuove interessanti funzionalità alle quali avranno accesso entro il prossimo autunno, una volta che iOS 11 verrà rilasciato ufficialmente al pubblico. Naturalmente, come spesso accade, i più impazienti potranno iscriversi ed effettuare aggiornamento iOS 11 beta, oppure possono anche installare la versione beta di sviluppo, anche se ovviamente è sempre sconsigliato in quanto si tratta di una versione naturalmente non ancora bug-free.

Le nuove caratteristiche contemplano la app Messages rinnovata, i miglioramenti Siri e il Control Center completamente riprogettato, tutto questo non fa altro che aumentare l’impazienza degli utenti in attesa di iOS 11 questo autunno. Vi sono però dei lati negativi del nuovo sistema operativo, ufficializzato durante il keynote di ieri al WWDC 2017, sono state infatti eliminate alcune opzioni che potrebbero far storcere il naso a molti utenti.

Dopo la presentazione durante il keynote al WWDC da parte della Apple Lunedi, tutti sono rimasti entusiasti delle nuove funzionalità delle quali potranno usufruire i nuovi iPhone e iPad con iOS 11. Tra queste naturalmente le nuove funzionalità del Control Center di Apple pay e soprattutto quel che riguarda la realtà aumentata su iPhone 8.

Guardando al di là di tutte le grandi novità che iOS 11 ha aggiunto, ci sono anche alcune cose che Apple ha rimosso. In primo luogo, come si diceva prima del grande evento di Apple di Lunedi, la piattaforma mobile dell’azienda di Cupertino non supporterà più le applicazioni a 32 bit  con iOS 11. Ciò significa che le vecchie applicazioni che non sono stati aggiornate negli anni, non saranno più in grado di girare su iPhone e iPad con iOS 11 installato. Sembra uno scherzo ma tantissimi utenti utilizzano ancora vecchie applicazioni basate su tecnologia 32 bit, dunque questo potrebbe realmente infastidire tanti utenti nel caso che queste applicazioni non fossero aggiornate a 64 bit dai loro sviluppatori.

Naturalmente, l’App Store è pieno di applicazioni recentissime, così che gli utenti dovrebbero essere in grado di trovare alternative nella maggior parte dei casi, d’altronde la Apple è molto meglio rispetto ai suoi rivali nel fornire un sostegno in termini di aggiornamenti software e di sicurezza per i suoi dispositivi. iPhone e iPad continuano a ricevere aggiornamenti per anni prima di diventare obsoleti.

FONTE: BGR.COM

Loading...
Potrebbero interessarti

Tre scenari plausibili per la fine del mondo, secondo la scienza

Gli scienziati hanno disegnato i tre scenari più probabili per la fine…

Paolo Nespoli, il prossimo italiano nello Spazio

Per chi pensa che la vita a 60 anni sia sostanzialmente finita,…