Black Axe a Palermo, la Cupola Nera: una mafia più violenta

Eleonora Gitto

Black Axe a Palermo, la Cupola Nera: una mafia più violenta.

Palermo è profondamente cambiata negli ultimi anni, e non solo in positivo. Il cambiamento negativo riguarda purtroppo la delinquenza organizzata.

Eravamo abituati alle cupole mafiose bianche, di vecchio e triste stampo. Ora stanno prendendo piede le cupole nere, quelle nigeriane.

In queste organizzazioni c’è un po’ di tutto: violenza allo stato brado, riti d’iniziazione, ritorsioni, torture fisiche. Sembra un film di James Bond girato all’Avana.

E poi ci sono i capi, i luogotenenti, i soldati. Il tutto governato dall’omertà e soprattutto, pare, tollerato dalla mafia tradizionale.

La quale, evidentemente, avrà i suoi interessi a far proliferare quella che può sembrare una mafia rivale.

A Ballarò, il mercato centrale di Palermo, ormai sono i Nigeriani a comandare.

Osserva Leonardo Agueci, Procuratore Aggiunto di Palermo: “Cosa nostra ha consentito ai Nigeriani di organizzare una struttura subalterna alla mafia. Erano tollerati a patto che non uscissero dal loro perimetro di appartenenza”.

Agueci, insieme ai sostituti Sergio De Montis e Gaspare Spedale, ha ordinato il fermo di diciassette Nigeriani facenti parte dell’organizzazione Black Axe. L’accusa è di associazione criminale di stampo mafioso.

Next Post

Cecilia Rodriguez pronta a dire “sì” il prossimo marzo

Belen Rodriguez ha ufficializzato la sua relazione con Andrea Iannone e proprio nelle scorse ore ha pubblicato sui social una foto in cui compare con un enorme mazzo di rose rosse, regalo del suo uomo che non perde occasione per dimostrarle il suo travolgente amore. Ma ancora meglio, dal punto […]