Cristina D’Avena racconta dei baci della sua Licia con Mirko

Non ha mai abbandonato il mondo dello spettacolo, con migliaia di fans che l’hanno seguita negli ultimi 35 anni in giro per l’Italia, non perdendosi un suo concerto, col grande merito di aver trasformato le sigle dei cartoni in un genere musicale degno di pari dignità rispetto a tutti gli altri.

Cristina D’Avena è la regina indiscussa delle sigle dei cartoni, e l’abbiamo tutti noi un po’ riscoperta durante l’ultima edizione del Festival di Sanremo, in cui ha fatto sognare milioni di persone, in diretta tv, con la sua voce portatrice di ricordi d’infanzia capace di intenerire anche i cuori più duri.

Cristina nelle scorse ore è stata ospite anche di Barbara D’Urso, nel salotto di Domenica Live, e ha colto l’occasione per rivivere i suoi “primi” 35 anni di onorata carriera, dalle innumerevoli sigle di cartoni animati, con le quali ha venduto milioni di copie, fino alle sue esperienze di attrice nei mitici telefilm andati in onda verso la fine degli anni ’80, soprattutto quelli ispirati dal cartone animato Kiss me Licia.

Tutto è in iniziato dallo Zecchino D’Oro: “ho iniziato praticamente a 3 anni. Dopo Lo Zecchino D’Oro, Mariele Ventre chiese ai genitori se volessi continuare a cantare. Mamma e papà dissero va bene. Papà era gelosissimo. Quando iniziai a cantare le sigle dei cartoni animati, avevo 17 anni, per mio padre era ancora molto piccola. Mio padre mi riempiva di punture perché soffrivo di tonsillite e dovevo guarire per cantare”.

Non sono mancati neppure aneddoti divertenti, che nessuno conosceva.

Parlando delle serie Love me Licia, Licia dolce Licia, Teneramente Licia e Balliamo e cantiamo con Licia, Cristina D’Avena ha ammesso che Mirko, ossia l’attore e cantante Pasquale Finicelli, faceva il marpione con lei durante le scene d’amore: “E’ successo durante la prima scena. Eravamo su una panchina. Lui è un napoletano verace. Il regista diceva a Pasquale di stare ‘tranquillo’. Alla prima scena, invece, lui mi prende e mi bacia, aprendo la bocca! Lui rispondeva così: “Siamo marito e moglie! Io con mia moglie faccio così!” Anche le scene con il bacino a letto, lui mi diceva: “Ricordati che siamo marito e moglie”. E io gli rispondevo: “Sì, ma siamo marito e moglie solo qui!”. E lui: “E allora? Abbiamo le coperte!”.

L’intervista dalla D’Urso diventa così il pretesto per una simpatica rimpatriata, con l’incontro tra i due attori che ricordano così alcuni dei momenti più belli passati assieme.

Nel finale dell’intervista non è mancata neppure un’altra sorpresa: il saluto di un “bellissimo” dell’epoca, altro interprete della serie insieme ai due in studio, Marco Bellavia.

Next Post

Huawei P9, info e prezzi

Tra poco meno di due giorni, precisamente il prossimo 6 aprile, tutta la gamma P9 di Huawei verrà presentata a Londra. Il famoso Benchmark AnTuTu, ha dichiarato che probabilmente esisteranno due varianti di Huawei P9: una più economica che avrà la stessa memoria ram e storage di Huawei P8, rispettivamente […]