Dimensioni e terapie integratori naturali o device specifici

Redazione

Di metodi per l’allungamento del pene, naturale e non, ce ne vengono offerti a centinaia ogni giorno. Districarsi in un mercato così affollato, spesso e volentieri di cialtroni e truffatori, è estremamente difficile. A rendere, se possibile, ancora più complicata la situazione contribuiscono delle leggende metropolitane estremamente radicate, che vorrebbero il pene come impossibile da allungare.

Le cose, per fortuna di chi avrebbe bisogno di qualche centimetro in più, non stanno così: esistono metodi efficaci per l’allungamento del pene, sistemi naturali che possono intervenire a diversi livelli per rendere il pene più importante sia in lunghezza che in circonferenza.

Vediamo insieme quali sono, separando quelli che funzionano da quelli che non funzionano, individuando anche quelli che purtroppo possono causare danni ai genitali e più in generale all’organismo.

Si può allungare il pene?

Sì e ci sono tanti e diversi metodi che possono permetterci di ottenere risultati importanti. Ne parleremo più diffusamente nel corso della nostra guida. Per ora ti basti sapere che c’è speranza se hai bisogno di qualche centimetro sia sul lungo che sul giro.

Gli integratori naturali sono l’alternativa più interessante

L’alternativa più interessante tra quelle attualmente presenti sul mercato è sicuramente quella degli integratori naturali per l’ingrandimento del pene. Si tratta di ottimi prodotti, basati su principi attivi naturali, che possono innescare processi di crescita cellulare naturale e dunque restituirci, dopo qualche settimana di terapia, il pene che abbiamo sempre sognato.

I principi attivi più importanti per chi desidera un allungamento del pene

Per chi desidera un allungamento del pene consistente e duraturo, ci sono diversi principi attivi da tenere sotto controllo. Quando si trova un integratore naturale che li contiene, è una buona idea tentare una terapia proprio a base di quel prodotto. Tra i principi attivi che sono più interessanti per chi vuole un pene più grosso troviamo:

  • Gingko Biloba: innesca i processi naturali di ingrandimento cellulare e può essere utilizzato sia come integratore in compresse, sia invece come ingrediente di lozioni, per andare a migliorare le dimensioni e l’importanza del nostro membro
  • Bacche di Biancospino: hanno un forte potere afrodisiaco, il che si traduce sempre in un miglioramento dell’elasticità dei tessuti, con conseguente allungamento e miglioramento della circonferenza; le bacche di Biancospino sono un ottimo prodotto per chi è alla ricerca di un integratore naturale che abbia proprio queste funzioni
  • Aloe vera: migliora l’elasticità dei tessuti e favorisce l’assorbimento degli altri principi attivi; può essere utilizzata anche durante il rapporto, quando si scelgono lozioni, per rendere il rapporto più piccante e piacevole
  • Butea Superba: aumenta la vasodilatazione e questo permette di avere non solo erezioni più vigorose, ma anche un effetto stretching lungo tutta la superficie del pene

Ci sono anche altri principi attivi che possono dare una mano a migliorare le dimensioni del nostro membro. Tutti o quasi gli integratori di buona qualità però includono almeno uno di questi ingredienti.

Le pompe peniene: quelle di qualità funzionano

L’alternativa agli integratori, da utilizzare o sotto forma di compresse oppure in lozione da utilizzare prima, durante e dopo il rapporto, abbiamo le pompe peniene, ovvero degli speciali strumenti che consentono di “gonfiare il pene”, procurarsi erezioni e sul medio e lungo periodo rendere il pene più lungo e con una circonferenza più adeguata. Le più famose sul mercato sono sicuramente quelle della linea Bathmate.

Anche in questo caso però dobbiamo prestare la giusta attenzione alla tipologia di prodotto che andiamo ad acquistare. Se dovessimo infatti scegliere prodotti che non hanno alcun tipo di qualità a livello di materiali o che non utilizzano delle valvole adeguate, il rischio di non avere alcun effetto o peggio farsi male è molto alto.

Come si sceglie una pompa peniena adeguata

Scegliere una pompa peniena adeguata è dunque non semplice. Dovremo fare attenzione a tutti i costi a:

  • qualità dei materiali di costruzione: le migliori pompe peniene offrono infatti dispositivi in materiali tipicamente utilizzati in medicina, come i siliconi di alta qualità
  • presenza eventuale di brevetti: quando c’è il brevetto su una tecnologia, possiamo essere certi o quasi che dietro la produzione della pompa ci sia un’intensa attività di ricerca e di miglioramento del prodotto offerto
  • sede del distributore: è una pessima idea andare a ordinare questo tipo di prodotti dalla Cina o comunque dal lontano oriente. Il rischio è infatti quello di trovarsi con oggetti non solo non autorizzati in Europa, ma di pessima qualità, con tutti i problemi che ne possono derivare.
Next Post

Beautiful trame tv dal 16 al 22 settembre 2017: il ritorno degli Spectra

Beautiful anticipazioni settimanali dal giorno 16 al 22 settembre 2017: gli Spectra torneranno a far tremare i Forrester. Bill cerca di convincere Brooke a lasciar perdere Ridge e di tornare con lui. Nel frattempo Thomas fa la conoscenza della giovane Sally la quale gli dice che vorrebbe far rivivere la […]