Ospedale Luigi Curto, asportato tumore di 5 chili ad una donna di 56 anni

Redazione

“L’intervento di asportazione della massa è riuscito perfettamente e il decorso post operatorio procede senza nessun problema. La paziente a causa della massa che faceva pressioni sul diaframma avrebbe potuto avere con il passare del tempo anche dei problemi respiratori che ora sono stati scongiurati”. Sono state queste le parole pronunciate dal dottor Massimo Di Palma, dirigente dell’Unità operativa di Chirurgia dell’ospedale “Luigi Curto” di Polla, comune italiano della provincia di Salerno in Campania, dove una donna di 56 anni è stata sottoposta ad un delicato intervento nel corso del quale le è stato asportato un tumore del peso totale di 5 chilogrammi.

La donna si era recata presso il pronto soccorso dell’Ospedale sopra citato dopo aver avvertito degli strani dolori addominali, piuttosto forti, e un aumento del volume della pancia. Sulla questione si è espresso anche Aristide Tortora, Direttore Sanitario dell’ospedale, il quale ha affermato “La particolarità dell’intervento è legata sicuramente alle dimensioni della massa asportata. Ci tengo a dire che il tutto è stato possibile grazie ad una forte integrazione tra professionalità, che ha così superato qualsiasi logica individualistica”.

Tortora ha proseguito affermando “Vi è infatti stata una stretta collaborazione tra l’Unità Operativa di Chirurgia, quella di Ostetricia e Ginecologia e la presenza dell’anestesista rianimatore. Ciò a dimostrare che anche a Polla è possibile effettuare interventi di notevole rilievo”.

 

Next Post

Jennifer Lopez, esibizione troppo sexy in Marocco contestata dal governo

Bellissima e molto sensuale, la celebre cantautrice, attrice, ballerina, produttrice discografica, televisiva, cinematografica, stilista, imprenditrice, produttrice di profumi, coreografa, scrittrice e politica statunitense Jennifer Lopez sta facendo molto parlare di se nelle ultime in seguito all’esibizione della stessa a Rabat, capitale amministrativa del Marocco. Tale esibizione, ritenuta troppo spinta, ha […]