Per i ciechi sarà possibile “vedere” tramite la lingua

La tecnologia sta facendo passi da gigante soprattutto negli ambiti socio assistenziali, fortunatamente riuscendo a semplificare la vita a chi ha degli handicap: proprio grazie a dispositivi sempre più raffinati, si riesce così a vivere una vita quasi normale e quanto il più autonoma possibile.

La Food and Drug Administration ha appena dato la sua autorizzazione per l’utilizzo di un apparecchio di alta tecnologia che permetterà ai ciechi di vedere tutto quello che hanno di fronte a loro usando la lingua.

L’apparecchio in questione è il BrainPort V100, che funziona grazie a un software che converte le immagini catturate da una videocamera in segnali elettrici, percepiti dall’utente come vibrazioni o formicolii sulla lingua. La sensazione, riferiscono i produttori, può essere paragonata a quella dell’acqua leggermente frizzante.

In base ai test effettuati da Wicab, il 69 per cento delle persone ha individuato correttamente gli oggetti. La batteria del BrainPort V100 garantisce un’autonomia di circa tre ore con una singola carica.

Per imparare ad interpretare i segnali che arrivano sulla lingua, occorrono da dieci ore ad una settimana. L’apparecchiatura appena approvata dall’Fda rappresenta una novità tecnologica in assoluto e per questo motivo il suo prezzo non ci stupisce, dato che costa ben 10 mila dollari.

Loading...
Potrebbero interessarti

Messenger, da oggi oltre ai messaggi si invia anche denaro agli amici

Già qualche mese fa Facebook aveva annunciato l’introduzione nel Messenger di uno…

Facebook, una app sviluppata su un bug gli fa perdere lo stage

I giovani lo sanno bene, o lo imparano molto spesso a proprie…