Renzo Arbore, tenero ricordo di Mariangela Melato

Vicini anche nella malattia, nella battaglia per la vita e nel dolore: così sono stati Renzo Arbore e Mariangela Melato, una coppia innamoratissima fino alla tragica scomparsa di lei, avvenuta nel 2013.

E ancora oggi non si spegne il dolore di Renzo per Mariangela, e il suo racconto è tenero e sentito come quello di uomo ancora profondamente innamorato della sua compagna può essere.

Non c’è ricordo, anche il più minuto, che non solleciti un pianto impetuoso di chi ancora non è riuscito a dare un senso alla perdita: “Non è facile raccontare Mariangela. Era una persona speciale. E non lo dico perché l’ho amata fino all’ultimo”.

Così la descrive a La Repubblica: “Era ricca di grazia, come seppe cogliere Alda Merini. Con la grazia faceva tutto: lavorava, amava, imparava, ballava. Ha saputo perfino morire con grazia”.

Lo showman ha rivelato come riuscì a conquistare l’attrice:  “Quella sera io impunemente misi una chitarra nelle mani di Lucio Battisti, che cantò un brano ancora inedito: Io vorrei, non vorrei, ma se vuoi”, ha raccontato Arbore. “Sembrava scritta per noi. Ci guardammo a lungo, poi una stretta di mano che diceva tutto. Cominciò così”.

Poi il dolore della perdita: “Ho trovato talmente ingiusta la sua malattia che mi sento colpevole di stare bene. E oggi che faccio teatro anche io con l’Orchestra Italiana, di fronte agli applausi penso che sia Mariangela a proteggermi da lassù”.

Potrebbero interessarti

Alessia Cammarota dimagrita: non ho fame

Ogni donna affronta il dolore a modo suo: c’è chi annega i…

Caterina Balivo è stata condannata per diffamazione

Caterina Balivo professionista esemplare, ma forse un attimo più attenta alla portata delle sue…

Il Segreto, anticipazioni martedì 22 marzo

Anche oggi, martedì 22 marzo, il pomeridiano di Canale 5 sarà arricchito…

Nicole Minetti e la sua nuova vita a Ibiza

Alla fine lei si è potuta permettere di fare quello che tutti…