Rustega, don Marco Scattolon: fare acquisti pasquali è peccato

Eleonora Gitto

Rustega, don Marco Scattolon predica contro gli acquisti pasquali.

Don Marco da Rustega non la manda a dire e si scaglia contro lo shopping, il consumismo e i centri commerciali.

E, tutto sommato, l’idea di fondo non è nemmeno tanto sbagliata, se non che il prete arriva a dire che fare acquisti a Pasqua è un peccato da confessare.

Questo francamente può sembrare un po’ eccessivo sia a un fedele che a un ateo.

Dice Don Marco Scattolon: “Grazie a chi rispetta anche la Pasqua degli altri. I Cristiani dovrebbero farsi solidali con i commessi cui non è riconosciuta né dignità, né libertà a loro e alla loro famiglia nel giorno di Pasqua”.

“Ho fatto acquisti a Pasqua, è un peccato da confessare” – continua il prete.

“Molti vanno nei centri commerciali il giorno di festa per solitudine o per noia; si faranno più incassi di domenica, ma poi diminuiscono quelli durante la settimana e i lavoratori sono lontani dalle loro famiglie. Contano anche loro, non solo i padroni. Oggi ci sono quelli che la domenica sono schiavi dei centri commerciali, trasformandola in una domenica bestiale come cantava qualcuno”.

Un Don Scattolon in piena forma anticonsumistica, quindi.

Next Post

Montesilvano, l’omelia contro Papa Francesco: apriti cielo

Montesilvano, il prete fa un’omelia contro Papa Francesco: apriti cielo. Il prete si chiama don Edward Pushparaj, vice parroco della Chiesa di Sant’Antonio a Montesilvano. L’uomo si è lasciato andare, per così dire, a critiche abbastanza accese nei confronti di Papa Bergoglio. Molti fedeli hanno preferito uscire dalla Chiesa. E’ […]
Montesilvano, l’omelia contro Papa Francesco apriti cielo