Tragedia della montagna: morti due alpinisti sul Gran Sasso

Eleonora Gitto

Ennesima tragedia della montagna: due alpinisti sono morti precipitando per 400 metri dal Gran Sasso.

Un gruppo di cinque alpinisti stava scalando il Gran Sasso percorrendo la via del Monte Brancastello dal versante di Teramo, quando all’improvviso uno di loro scivola travolgendo il compagno che stava dietro di lui.

I due hanno fatto un volo di 400 metri che non lasciato speranza alcuna. Le vittime sono Francesco Carta, 45 di Cermignano, ed Enrico Faiani, 60enne di Castelli.

Probabilmente la vittima ha perso aderenza a causa del ghiaccio. Gli alpinisti non erano legati tra loro, proseguivano in fila, ma ognuno procedeva per proprio conto.

Forse i due che hanno perso la vita chiudevano la fila, e questo probabilmente ha salvato la vita agli altri componenti della cordata.

I due sono atterrati nel Vallone San Pietro. La caduta è stata terrificante per i corpi, nel precipitare hanno ripetutamente rimbalzato sulle rocce, cosa che ha reso difficile anche l’identificazione dei due sfortunati alpinisti.

Gli altri tre alpinisti, che hanno prontamente allertato i soccorsi, sono stati portati in salvo dal Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico della stazione di Teramo.

Il Soccorso Alpino ha anche collaborato con gli uomini dell’elisoccorso del 118 dell’Aquila per recuperare le salme dei due scalatori.

Anche se sembra chiaro che la tragedia è avvenuta per una circostanza infausta e imprevista, sull’incidente la magistratura ha comunque aperto un’inchiesta.

Next Post

Roberto Saviano arriva ad Amici e fa il 30% di share

Ad Amici arriva pure lo scrittore Roberto Saviano e fa il 30% di share. Se Saviano va in Televisione, è sempre un bene perché è un buon affabulatore; racconta storie bene e storie belle. Qualcosa si inventa pure, come ogni buon dicitore, ma è un piacere ascoltarlo. Probabilmente è anche […]
Roberto Saviano arriva ad Amici e fa il 30% di share