Belen Rodriguez in vacanza ad Ibiza: tutto bene con Iannone?

Entrambi hanno una vita professionale ricca di impegni, ma col primo caldo il richiamo della Spagna sembra irresistibile: Belen Rodriguez e il pilota del suo cuore, Andrea Iannone, già da diversi giorni sono in vacanza ad Ibiza.

Nella meta da sogno l’argentina naturalmente ha portato anche suo figlio Santiago, e proprio per star vicino al piccolino, nei paraggi ha scelto di soggiornare anche Stefano De Martino: dopo la separazione, i rapporti tra gli ex coniugi  sembra rasserenati, e addirittura i paparazzi hanno rubato ai due persino qualche timido sorriso.

A questo punto la showgirl dovrebbe pensare solo ad organizzare le nozze col suo nuovo amore, dato che la storia va avanti da oltre un anno ormai e i due si sono detti innamoratissimi in più occasioni, ma le parole della bella Belen hanno spiazzato un po’ tutti.

Belen infatti sogna di diventare mamma anche se non è ancora in dolce attesa: “No, non sono incinta. Michelle Hunziker mi ha chiamato e ci siamo fatte un sacco di risate. Mi aveva consigliato delle pastiglie che servono per rinfoltire i capelli, ma le usano anche le donne che vogliono rimanere incinta. Io però non ho problemi di fertilità, con Santiago sono rimasta incinta al primo mese” – ha dichiarato al Tgcom24.

Eppure sulle nozze con Iannone ha invece spiegato: “Non mi sposo anche perché non potrei neanche sposarmi ancora. Stiamo molto bene e ci godiamo questo momento”.

Un momento felice quindi per Belen ed Andrea, ma la situazione non convince affatto i bookmaker inglesi, che invece mirano ad una rottura della coppia.

E’ una consuetudine inglese quella di scommettere su tutto, anche sulle coppie vip che si lasceranno in estate, e con grande sorpresa di tutti, la coppia più quotata in tal senso è proprio quella della Rodriguez e di Iannone.

La coppia “accontenterà” gli scommettitori o al contrario sorprenderà tutti magari annunciando le nozze o una cicogna?

Come al solito saranno i prossimi gossip a dircelo.

Next Post

Gay Pride, a Madrid oltre un milione di persone

Se la scorsa settimana le manifestazioni nel nostro paese hanno avuto comunque un discreto successo di pubblico, mostrando che anche un paese sostanzialmente bigotto come il nostro si sta aprendo, anche se fin troppo lentamente, al riconoscimento dei diritti di tutti, a prescindere dall’orientamento sessuale, di ben altra pasta è […]