Ma Loute di Bruno Dumont, risate e niente più

Eleonora Gitto

Ma Loute, ultimo film del regista francese Bruno Dumont, sarà al cinema dal 25 agosto 2016.

Il film è ambientato nel 1910. Siamo in estate sulla Côte d’Opale, in una spiaggia che si trova al Nord della Francia.

Qui arriva una misteriosa famiglia molto borghese a trascorrere le vacanze.

Nulla di strano se non fosse per il fatto che dal loro arrivo accadono molti fatti strani e inquietanti sparizioni.

A indagare su questi misteri è chiamato un Ispettore di polizia molto imbranato e un assistente degno di lui.

E da quel momento in poi le gag esilaranti si susseguono senza sosta.

Sullo sfondo la storia d’amore fra Ma Loute Bréfort e la giovane e spregiudicata Billie Van Peteghem, i rampolli di due famiglie con la loro love story finiranno per sconvolgere sia i Bréfort (traghettatori) che i Van Peteghem (ricchi borghesi degenerati).

“Ma Loute” rapisce non solo perché si ride dalla prima all’ultima scena, ma anche per il senso del ritmo, e l’estetica visiva .

Nel film di Dumont, l’ambiente naturale gioca un ruolo fondamentale.

Anzi forse non si sbaglia a dire che è questo il vero protagonista di questo lungometraggio sopra le righe, un po’ surreale ma per molti versi geniale.

Nel cast Juliette Binoche, Valeria Bruni Tedeschi, Fabrice Luchini, Jean-Luc Vincent e Angélique Vergara.

La produzione è di 3B Productions, Arte France Cinéma, Scope Pictures, mentre la distribuzione è affidata alla Movies Inspired.

Next Post

Un padre, una figlia, sogni e miserie nel film di Christian Mungiu

Sarà nelle sale italiane dal 30 agosto 2016 il film “Un padre, una figlia” di Christian Mungiu. Il regista rumeno in questo film, molto apprezzato al Festival di Cannes 2016 dove “Un padre, una figlia” ha vinto ex aequo con Olivier Assayas (Personal Shopper) il premio per la migliore regia, […]
Un padre, una figlia, sogni e miserie nel film di Christian Mungiu