Apocalisse ed esplosione di Beirut: Manca ultimo sigillo da aprire
Apocalisse ed esplosione di Beirut Manca ultimo sigillo da aprire

Gli studiosi della Bibbia affermano che i cavalieri dell’Apocalisse hanno l’ultimo sigillo da rompere la tragedia di Beirut lo confermerebbe.

Martedì, scene “apocalittiche” si sono verificate per un’esplosione che ha squarciato Beirut , in Libano. Un video terrificante mostrava la scena catastrofica che si svolgeva mentre il fumo nero gettava nell’oscurità la città colpita dal disastro. Almeno 154 persone hanno perso la vita e altre 5.000 si ritiene siano rimaste ferite mentre le squadre di soccorso internazionali continuano a cercare disperatamente tra le macerie del porto.

L’evento era di proporzioni bibliche e i seguaci della bibbia si sono messi subito in moto, affermando che il mondo è vicino alla “seconda venuta”.

Nel testo finale della Bibbia, Apocalisse 6 parla di un rotolo nella mano destra di Dio che è fissato con sette sigilli, che, una volta aperti, evoca quattro esseri che cavalcano su cavalli bianchi, neri, rossi e pallidi per provocare la morte, guerra, carestia e peste. 

Si afferma: “Fu dato loro potere su un quarto della terra per uccidere con la spada, la carestia e la peste, e dalle bestie selvagge della terra“.

Lo studioso biblico Fred Dattolo ha pubblicato un articolo su “The Trumpet” nel 2005 in cui affermava: “il galoppo degli zoccoli dei quattro cavalli diventa sempre più forte e più vicino“.

Ha aggiunto: “I quattro cavalieri sono descritti nel Libro dell’Apocalisse capitolo 6 come i primi quattro dei sette sigilli“.

Questi sigilli sono punti di riferimento degli eventi del tempo della fine che hanno portato al ritorno di Gesù Cristo“.

Giovanni fu testimone di questi eventi in una visione inviata da Dio Padre a Gesù Cristo, che lo diede a un angelo per rivelarlo a Giovanni – Apocalisse 1: 1“. 

Quindi Giovanni, come gli era stato ordinato, registrò ciò che vide in brillanti immagini profetiche“.

Con la pandemia di coronavirus che attualmente causa il panico globale, le affermazioni di Dattolo sono tornate sotto i riflettori, con alcune strane affermazioni che dimostrano che COVID-19 era uno dei segni della Fine dei tempi.

Un utente di Twitter ha detto: “I quattro cavalieri dell’Apocalisse che rappresentano la guerra, la carestia, la pestilenza e la morte, come illustrato nella Bibbia in Apocalisse 6: 2-8, sono molto probabilmente la causa di questo coronavirus in tutto il mondo“. 

Non li vediamo ma possiamo sentire la loro ira ovunque” ha aggiunto.

Un altro scrive: “E se la pandemia di coronavirus fosse uno dei Quattro Cavalieri? Questo virus è il cavallo pallido e il cavaliere.

Secondo il Libro dell’Apocalisse, dopo un tale evento ci sono ancora altri tre sigilli da rompere prima della Seconda Venuta.

Il quinto sigillo viene rotto rivelando le anime di coloro che erano stati uccisi per la “Parola di Dio”.

Ma la descrizione del sesto sigillo dice: “E vidi quando aprì il sesto sigillo, ed ecco, ci fu un grande terremoto, e il Sole divenne nero come un sacco di capelli, e la Luna divenne come sangue“.

A seguito del devastante evento in Libano, alcuni hanno condiviso il loro pensiero sui social, affermando che gli eventi del 2020 sono gli avvenimenti descritti da Giovanni.

Si legge: “Siamo nel libro dell’Apocalisse. L’anno 2020: pestilenze, locuste, luna di sangue, eclissi solare anulare su Israele, meteore, terremoti, incendi boschivi, vulcani, uragani e ora il Libano“.

Secondo il testo, il settimo e ultimo sigillo viene rotto lasciando il cielo in silenzio per circa mezz’ora prima che le sette trombe suonano per indicare eventi apocalittici.

Loading...
Potrebbero interessarti

Baba Vanga: non solo coronavirus, sarà recessione globale

La famosa mistica afferma che la recessione schiaccerà l’Europa poiché un’altra delle…

E voi li amate i romanzi distopici?

La vita è già bella dura e complicata di suo, quindi non…