Barbara Palombelli e le sue confessioni

Redazione

A prima vista, in tv, si può notare una persona sicura di se e anche con un carattere molto deciso a tratti addirittura prevaricatore.

Barbara Palombelli ha invece rivelato alcune caratteristiche di se, del suo stato d’animo, di come la realtà è molto diversa da quello che può apparire in tv.

Intervistata in radio da “I Lunatici”, Barbara ha “vuotato il sacco” su di sei:

Chi è abituato a seguirmi in tv o tramite i media scoprirà una Barbara piena di ansie, di sensi di colpa, ogni tanto un po’ depressa. Come tanti, come tutti“.

L’occasione è capitata per l’uscita del suo nuovo libro “Mai Fermarsi”, la giornalista e scrittrice prosegue:

Dal di fuori, invece, i tanti che mi scrivono dicono che mi pensavano di ferro, di ghiaccio. Si vede che nella mia immagine pubblica appaio controllata, fredda, distaccata“.

La vita di Barbara è passata anche da un’educazione molto dura, come lei stessa conferma durante l’intervista:

Sono stata educata da un padre che diceva che se stavi male non dovevi dirlo, perché in sostanza non gliene importava a nessuno. Mio padre ci ha dato un’impronta molto severa rispetto ad oggi, era un ufficiale di marina, è molto ricordato nel libro“.

Infine il suo sogno, quello di fare la giornalista:

Ho sempre sognato di fare la giornalista, da bambina realizzavo dei giornalini e li vendevo ai parenti. Era difficile, non venivo da una famiglia di giornalisti e in Italia c’è questa cosa che si fa il mestiere dei genitori o dei nonni. Il mio destino era un altro. La prima grande occasione è stata quella con Radio Rai, quando mi sono laureata. Hanno dato il mio nome tra quelli che potevano essere selezionati“.

Next Post

Cosa vedi per primo: colonne o persone?

Quando guardi l’immagine, cosa intravedi al primo impatto? Le colonne? O le persone tra le colonne? Con questo semplice test si possono evidenziare alcune caratteristiche del vostro carattere: Vedi prima le colonne Le persone che vedono le colonne per la prima volta in questa foto sono estremamente pratiche ed autonome. […]
Cosa vedi per primo colonne o persone