Bici elettrica le dieci ragioni per sceglierla
Bici elettrica le dieci ragioni per sceglierla

La bici elettrica, sceglierla per mantenersi in forma e soprattutto senza particolari sforzi e senza rischi, un modo naturale per conservare salute e benessere, come spiega il professor Castellacci.

Già Primario del Reparto di Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale di Lucca e Direttore del Centro di riferimento nazionale per la medicina e chirurgia rigenerativa, il professor Castellacci consiglia la bici elettrica a tutti i dilettanti che fanno sport per migliorare il proprio benessere psicofisico. Ecco le dieci ragioni per scegliere di spostarsi sulle due ruote.

Le vacanze estive e le grandi tavolate in compagnia di amici e parenti sono un ricordo lontano. Ora è tempo di  rimettersi in forma per affrontare con energia il lungo inverno e i nuovi impegni. In soccorso ai meno sportivi arrivano i consigli di Enrico Castellacci. Oltre ad essere un ortopedico di fama internazionale impegnato a tutto campo, dalle sale operatorie all’università fino al manto erboso dei rettangoli di gioco, infatti, è anche appassionato delle due ruote.

Il professor Castellacci nel tempo libero ama stare all’aria aperta e fare lunghe pedalate. Ma da qualche tempo preferisce salire in sella alla bicicletta elettrica Askoll per i suoi spostamenti in città. L’esperienza e le sue ricerche sull’impatto della pratica sportiva sui muscoli gli consentono, quindi, di apprezzare gli effetti benefici per la salute derivanti da un utilizzo costante della bicicletta elettrica.

La bicicletta a pedalata assistita spiega  Castellacci – è perfetta per chi desidera fare movimento senza affaticarsi eccessivamente e in piena sicurezza, perché la trazione elettrica consente di percorrere lunghi tragitti che presentano anche saliscendi molto impegnativi e asseconda la pedalata in maniera armonica senza provocare traumi al proprio corpo“.

Il vantaggio della bicicletta elettrica, rispetto a quella tradizionale e prediletta dagli sportivi, è quello di poter beneficiare del movimento fisico senza stressare eccessivamente il corpo con carichi non adeguati alle proprie possibilità e apportando considerevoli miglioramenti all’apparato circolatorio, alle articolazioni e alla muscolatura. Se ci si affatica troppo, invece, vengono meno gli effetti benefici della pedalata. La bicicletta elettrica – suggerisce il professore – è veramente adatta a tutti: più la si usa più si riesce a mantenere la propria forma fisica senza sedute stressanti in palestra. Se diventa un’abitudine spostarsi in bicicletta poi, – conclude Castellacci – a trarne vantaggio sono sia la nostra salute che l’ambiente in cui viviamo“.

Gli amanti delle sfide, invece, possono migliorare gradualmente le proprie performance scegliendo tra i vari livelli di assistenza, che consentono di utilizzare la bicicletta elettrica come una tradizionale o farsi aiutare dal motore per i tratti più impegnativi o per tragitti più lunghi. La bicicletta elettrica appare, quindi, una scelta idonea sia per i pendolari che si dividono tra viaggi in auto o sui mezzi pubblici per raggiungere l’ufficio e i centri sportivi, sia per coloro che vogliono staccare dalla ruotine quotidiana facendo una passeggiata all’aria aperta, magari spingendosi fino a località prima “irraggiungibili” per godersi panorama e relax.

Il professore Castellacci fa, infine, una confessione: “Prima di salire a bordo della mia eB1, non riuscivo a percorrere in bicicletta la salita che conduce alla mia abitazione, adesso invece l’affronto con leggerezza, senza fatica e sorridendo!“. Ma la bicicletta elettrica non è per i pigri? L’ortopedico dei calciatori smentisce anche questo luogo comune: “Scegliere la bicicletta invece della macchina per percorrere tragitti di breve-medio raggio costituisce una buona norma per combattere la pigrizia proprio perché fa fare movimento pedalando in maniera costante e, in secondo luogo, è una scelta intelligente per risparmiare e ridurre l’emissione di CO2 nell’ambiente“.

Ecco allora le 10 ragioni per scegliere la bicicletta elettrica, secondo Enrico Castellacci:

  1. E’ perfetta per chi desidera fare movimento senza affaticarsi eccessivamente
  2. Aiuta a mantenersi in forma in piena sicurezza
  3. Non stressa eccessivamente il corpo con carichi non adeguati alle proprie possibilità
  4. Apporta considerevoli miglioramenti all’apparato circolatorio, alle articolazioni e alla muscolatura
  5. Evita sedute stressanti in palestra
  6. E’ una buona norma per combattere la pigrizia e la sedentarietà
  7. E’ adatta a tutte le età
  8. Aiuta a ridurre le emissioni di CO2 nell’ambiente
  9. L’attività all’aria aperta stimola le endorfine, alleate del nostro buon umore
  10. Permette di aumentare gradualmente le proprie prestazioni fisiche

fonte: UFFICIO STAMPA ASKOLL

Loading...
Potrebbero interessarti

Da qui a Natale 5 milioni di italiani finiranno a letto con l’influenza

L’autunno è entrato nel pieno, ottobre è arrivato, e come poteva mancare…

Vaccini, contro obbligo anche l’assessore valdostano Chantal Certan

Contro i vaccini obbligatori si schiera anche Chantal Certan, Assessore alla Istruzione…