Cadore, una frana uccide tre persone

Ennesima tragedia causata dal maltempo che nelle scorse ore si è riversato su diverse zone del nord Italia.

Ad ora, è di tre vittime, probabilmente tutte straniere, il tragico bilancio della frana che nella serata di martedì  ha colpito il Cadore dopo una precipitazione intensa che ha fatto smuovere una massa di terra e fango, causando – oltre ai morti – anche danni a strade, case, negozi e impianti sciistici.

La frana, innescata dall’esondazione del torrente, che ha fatto tracimare un bacino di contenimento dei detriti alluvionali, ha travolto anche un ponticello lungo la pista ciclabile di San Vito. I detriti sono arrivati a ridosso di un’abitazione.

Le tre vittime sono state ritrovate tutte nella zona di San Vito di Cadore, dove il fenomeno è stato più intenso e ha coinvolto il Ru Secco, nel cui greto è stato trovato il primo corpo.

La più giovane delle tre vittime “è una ragazzina, di circa 14 anni, ma non è ancora stato possibile identificarla. Non è però del paese”, ha assicurato il vice sindaco di san Vito di Cadore Andrea Fiori.

Le altre due vittime sarebbero un turista polacco, in vacanza con la moglie, che invece è stata tratta in salvo, mentre la loro auto è stata trascinata nel greto del torrente Rusecco, ed il terzo è probabile sia un uomo polacco, dichiarato disperso nelle ore precedenti.

Loading...
Potrebbero interessarti

Benevento, la città sommersa dal fango dopo il nubifragio

La Campania non sembra trovare pace: il maltempo proprio non le dà…

Acqua a volontà e ghiaccioli per gli animali del Bioparco

Come avevano avvertito i meteorologi, il grande caldo è arrivato, e a…