El Clan, ecco le rivelazioni del regista Pablo Trapero

Redazione

“Mi aspettavo che gli argentini che hanno vissuto e sofferto il regime militare aspettassero il film, ma non credevo che a riempire le sale arrivassero le generazioni nate negli anni Ottanta, tanti giovani che del periodo di Videla hanno solo sentito parlare. È importante, soprattutto in un momento come questo in cui in Argentina l’interesse più forte è per l’espansione economica piuttosto che per la memoria del passato. Il potere criminale di Arquìmedes Puccio ha attraversato decine di anni, ma non esiste una documentazione accurata degli eventi, non c’è materiale ufficiale, la ricerca ha richiesto molto tempo, ho trovato cronache sporadiche. Nessuno dei Puccio ha accettato di parlare, l’aiuto più prezioso l’ho avuto dai vicini di casa che furono testimoni ai processi e soprattutto dai famigliari delle vittime”.

Sono state queste le parole pronunciate dal celebre regista, sceneggiatore e produttore cinematografico argentino Pablo Trapero, in riferimento alla pellicola del nuovo film diretto dallo stesso ed intitolato “El Clan”.

La pellicola, come sopra anticipato dal regista, ha ottenuto un grandissimo successo in Argentina al punto tale da aver totalizzato il maggior incasso di tutti i tempi del paese. Nella pellicola Guillermo Francella, Peter Lanzani, Lili Popovich e tante altre ancora.

Next Post

La fotografano sotto la gonna il padre reagisce

L’episodio è avvenuto in un supermercato di Walmart nel Texas, lo riporta il Daily Mirror, vittima una ragazza accompagnata dal padre. Secondo la ricostruzione, o per meglio dire secondo quanto si è riuscito ad intuire, nel tranquillo supermercato, un uomo avrebbe fotografato utilizzando la pratica Upskirt, ovvero sotto la gonna, […]
La fotografano sotto la gonna il padre reagisce