Fegato grasso Pericolo cirrosi nei bambini

Ormai è praticamente conclamata: obesità e sovrappeso, soprattutto nei bambini, non sono un problema estetico, ma una vera e propria patologia da curare, per evitare che, crescendo, si manifestino una molteplicità di altre patologie connesse, di varia gravità, che possono condizionare pesantemente anche la vita quotidiana.

Una cattiva alimentazione, con abuso di grassi, può portare poi alla formazione di quello che viene comunemente definito “fegato grasso”, che stando a un recente studio, nei bambini aumenta notevolmente la possibilità di sviluppare la cirrosi epatica da adulti.

E’ quanto si evince da uno studio internazionale condotto dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica americana Hepatology. La ricerca svela il rapporto tra presenza di grassi nel fegato e comparsa della cirrosi, malattia che colpisce proprio questo organo. E i dati parlano chiaro: i bimbi che hanno un fegato più grasso sarebbero molto più a rischio degli altri.

La sindrome si chiama nello specifico NAFLD (fegato grasso o steatosi epatica non alcolica) ed è ad oggi la patologia del fegato più diffusa tra gli under 18. In Italia ne soffre il 15% dei bambini ma tra quelli obesi o sovrappeso si arriva all’80%. Tutti quanti a rischio cirrosi o cancro al fegato.

“Il dato innovativo dello studio – spiega Valerio Nobili, responsabile di malattie epato-metaboliche del Bambino Gesù – è che la presenza di infiammazione nel tessuto epatico correla con un peggiore quadro metabolico e fibrotico del fegato. Pertanto la precoce identificazione dei bambini con questo quadro clinico, resa possibile sia dalla biopsia epatica ma anche da marcatori sierici non invasivi recentemente validati nei nostri laboratori, ci permetterà di iniziare quanto prima una terapia mirata ad ottenere l’arresto della progressione del danno epatico e, se precocemente iniziata, la guarigione completa del fegato”.

Loading...
Potrebbero interessarti

L’influenza sta colpendo meno del previsto

Complice anche le temperature che si sono mantenute in moltissime regioni molto…

Uomini: Tumori ai genitali c’è poca prevenzione

Così come, in occasione della festa de donna, si è parlato di…