Gentiloni sull’Isis: “stiamo lavorando per identificare cinque sospetti”

Redazione

“Le forze di sicurezza italiane stanno lavorando da ieri pomeriggio per identificare i cinque nominativi di persone sospette forniti dall’Fbi” Ha affermato il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni durante il programma Rai “Agorà” in merito a un avviso proveniente dagli USA, specificando però che l’allerta presentata dall’Ambasciata americana non implica un blocco totale del turismo verso il nostro paese; si tratta di un allarme che riguarda «in generale i grandi luoghi simbolici, i luoghi di incontro, dagli stadi alle cattedrali a San Pietro in modo particolare” luoghi “che sono stati tra l’altro anche indicati ieri dall’Fbi”

Poi, per non causare troppo allarmismo, il ministro ha precisato: «Lo stesso avviso che ha pubblicato l’ambasciata americana, per capirci in termini tecnici non è un invito a non andare in Italia, è una raccomandazione ai turisti americani che vengono in Italia ad essere particolarmente attenti in alcuni luoghi, in alcune zone”.

Il deputato ha infine concluso che “Da ieri le nostre forze di sicurezza stanno lavorando per identificare cinque persone” sospettate per un ipotetico attacco alla basilica di San Pietro e alla Scala di Milano; il Premier Renzi ha invece escluso un rischio concreto, nonostante l’attenzione è altissima e le misure di sicurezza sono rafforzate.

Next Post

In uscita, il 27 novembre, il nuovo album dei Modà

Un autunno caldissimo questo per il panorama musicale italiano e internazionale, con tantissimi dischi in uscita, molti attesi anche da diversi anni e bramati dai fans in delirio. Certamente attesissimo il nuovo lavoro dei Modà: dopo tre anni dal successo di Gioia, i Modà pubblicano infatti  «Passione Maledetta», in uscita […]