Gigi D’Alessio rinviato a giudizio per rapina

Se nelle scorse ore Gigi D’Alessio è stato al centro del Gossip per l’annuncio ufficiale del suo concertone di San Silvestro a Bari, che verrà trasmetto da Canale 5, tenendo compagnia a tutti gli italiani che attenderanno il nuovo anno dinanzi alla televisione, in queste ore è invece protagonista nelle aule di tribunale.

Il cantante partenopeo è stato infatti rinviato a giudizio dal gup di Roma per l’accusa di rapina. Con lui a processo il prossimo 25 febbraio davanti ai giudici della prima sezione penale anche un suo collaboratore. La vicenda risale al 2007 e coinvolse alcuni paparazzi che si erano appostati davanti alla sua abitazione dell’Olgiata.

Secondo l’accusa i due aggredirono due paparazzi appostati davanti all’abitazione del cantante dell’Olgiata strappando loro le macchine fotografiche. Il gup ha invece prosciolto il cantante dall’accusa di lesioni. Per questa vicenda D’Alessio era stato già condannato in primo grado a nove mesi per l’accusa di lesioni.

All’epoca, il cantautore era all’inizio della convivenza con la compagna Anna Tatangelo. La coppia finì nell’occhio del ciclone per la differenza d’età, e per il fatto che, prima di innamorarsi della collega, Gigi fosse già sposato con la fidanzata storia Carmela Barbato, dalla quale ha poi divorziato.

“Sono veramente colpito dalla decisione della magistratura, anche se, solo in parte, sono stato prosciolto. Quello che trovo realmente paradossale èche però io sia stato rinviato a giudizio per una inesistente rapina che consisterebbe, pensate un po’, nell’avere strappato di mano alcune macchine fotografiche appartenenti a paparazzi che, violando la mia privacy, riprendevano me e la mia compagna senza autorizzazione alcuna”, ha dichiarato D’Alessio in un comunicato stampa.

Loading...
Potrebbero interessarti

Mara Maionchi racconta il tradimento del marito e la sua vendetta

Che fosse una donna forte e determinata non lo ha mai nascosto,…

Nina Moric, le Provvedi devono lasciare casa di Corona

Che fosse una donna con pochi peli sulla lingua non è certo…