Gioielliere milanese uccide ladro in casa: “E’ stata legittima difesa”
Gioielliere milanese uccide ladro in casa

È successo a Milano ad un gioielliere di un rinomato negozio al centro della città lombarda, Rodolfo Corazzo: tornando a casa da lavoro, è stato assalito alle spalle da tre uomini che lo hanno costretto ad aprire la porta dell’abitazione per effettuare una rapina; ciò che è successo dopo non è ancora del tutto chiaro ma ciò che è certo è che uno dei malfattori è stato ucciso dal proprietario di casa.

Quest’ultimo ha aperto il fuoco con un’arma da lui regolarmente detenuta e il ladro è morto sul colpo; si tratta di un albanese di trentasette anni che aveva già moltissimi precedenti, accumulati nel corso degli anni e mai scontati penalmente: rapina a mano armata, evasioni dal carcere e addirittura una condanna per un omicidio risalente al 2007; il delinquente, Valentin Frrokaj, era accompagnato da altri due uomini che però nel trambusto sono riusciti a fuggire a bordo di una Golf; gli inquirenti hanno dato il via alle indagini e oltre a rintracciare i pericolosi fuggitivi, mirano a chiarire la dinamica di quanto accaduto durante la sparatoria.

A detta di Corazzo, i colpi sarebbero partiti per “legittima difesa” poiché nell’abitazione erano presenti la moglie e la figlia di dieci anni del gioielliere.

Loading...
Potrebbero interessarti

Venezia, una giovane miss come presidente del consiglio comunale

Ermelinda Damiano, 27 anni, bella lo è di certo, come testimoniano le decine…

Roma, sgominata grazie a Facebook la gang di Testaccio

Come sempre negli ultimi anni tutto passa attraverso i social network, anche…