Google, Alphabet è un marchio già registrato da Bmw

Ieri vi avevamo riportato le parole entusiastiche con cui uno dei due fondatori di Google annunciava la nascita di Alphabet, un nuovo assetto societario più grande e strutturato, che a breve ingloberà al suo interno non solo il re dei motori di ricerca, ma tutta una serie di società affini.

Entusiasmo anche nello spiegare la genesi del nome, evocativo certo, carino anche, se non fosse che però è già registrato sotto la proprietà di un altro marchio.

Alphabet è infatti una controllata della casa d’auto bavarese Bmw che fornisce servizi di leasing alle società. Dal quartier generale di BMW fanno sapere che Google non ha informato della sua volontà di scegliere quel nome, né formulato offerte per il dominio.

La casa costruttrice tedesca ha detto di avere attivato i propri legali per verificare il diritto di esclusiva sul marchio “Alphabet” che è la ragione sociale di una filiale di Bmw (Alphabet Fuhrparkmanagement) attiva nello sviluppo di servizi di leasing di lunga durata per privati e imprese, e nel “carsharing”.

La valutazione giuridica si preannuncia vivace, almeno a sentire il settimanale tedesco Wiwo (WirtschaftsWoche) che per primo ha lanciato la notizia, visto che Google e Bmw sono in crescente concorrenza tra loro in diversi ambiti, dal segmento delle auto elettriche, allo studio di Google, fino alla mappatura elettronica, dove Bmw ha di recente acquisito, con Daimler e Audi, il servizio di cartografia di Nokia, Here.

Next Post

Legambiente, l’inquinamento sta rovinando anche le Cinque Terre

L’Italia ha una miriade di posti meravigliosi, territori che sono delle vere e proprie perle naturali che meriterebbero di rimanere incontaminate, e che invece non riescono ad essere protette adeguatamente dall’uomo e dagli scempi che questo riesce a compiere. Secondo quanto emerge dalla campagna effettuata anche quest’anno da Legambiente, in […]