Gran Bretagna, Lord si intrattiene con cocaina e prostitute

In Italia una cosa del genere, purtroppo e con un sorriso amaro, non fa neppure più notizia, ma in Gran Bretagna ha suscitato uno scandalo incredibile e ha portato alle dimissioni immediate del Lord protagonista del video diffuso da tutti i media nazionali.

Il popolare tabloid inglese ha messo nei guai John Sewel, 69enne dignitario della Camera alta ed ex alleato chiave di Tony Blair, pubblicando un video che lo ritrae in compagnia di una serie di donne presentate come prostitute e intento a sniffare polverina bianca da strisce preparate sul seno di una di loro.

Il 69enne pari, famoso per lo stretto legame con l’ex premier laburista Tony Blair, avrebbe anche pagato un assegno di 200 sterline per il festino nel suo appartamento londinese.

Sewel è dal 2012 vicepresidente e Chairman of Committees della House of Lords, cioè colui che presiede le sedute di commissione ed è garante per l’applicazione dei regolamenti: un ruolo di custode dell’istituzione – dal quale si è oggi inevitabilmente dimesso – che mal si concilia con le immagini pubblicate con clamore dal tabloid.

Non si tratta, peraltro, del primo caso in cui Sewel finisce al centro del mirino. Tra il 2001 e il 2010 avrebbe incassato rimborsi dalla Camera per più di 400mila sterline, salvo lamentarsi di recente per le 1000 sterline al mese che gli costa l’appartamento londinese, a fronte di un taglio dei rimborsi per l’alloggio.

Next Post

Bagnolo Mella, sindaco affigge manifesti contro i profughi

Ormai le manifestazioni, le proteste, gli scontri per cacciare gli immigrati dalle proprie città sono all’ordine del giorno: privati cittadini, esponenti di estrema destra certo, ma anche politici e sindaci che in prima persona ci mettono la faccia per dire basta ai profughi nei propri paesi. Stavolta la storia arriva […]