Heather Parisi, i miei problemi del passato!
Heather Parisi i miei problemi del passato

Chi vive il mondo della danza sa benissimo che è uno degli ambienti più competitivi che ci sia. Occorrono grandissimi sacrifici ed un’enorme forza di volontà per riuscire a far bene ed ad emergere, ed anche una volta che si è riusciti a salire sui palchi migliori, continua perenne la lotta per rimanere a galla.

È una lotta col dolore, con la stanchezza ma soprattutto col peso: soprattutto alle ballerine classiche è richiesto di sottostare a standard a dir poco proibitivi, con pesi che sfiorano sovente la patologia.

Lo sa bene anche Heather Parisi che, in un’intervista a Verissimo, ha confessato i suoi problemi col peso.

“Ho sofferto di bulimia. Nel periodo in cui a Milano facevo ‘Fantastico 4’ con Gigi Proietti, ero talmente infelice della mia vita privata che mangiavo di tutto e poi vomitavo l’anima. Sono riuscita a pesare 43 chili. Più mi dicevano che ero troppo magra, più continuavo a mangiare e vomitare”, ha raccontato a Silvia Toffanin.
“Il mio problema – prosegue – è che avevo accanto delle persone terribili che mi hanno portato a prendere decisioni sbagliate. Grazie a mio marito Umberto Maria, senza medicinali e senza terapie mentali, piano piano ne sono uscita”.

Nel corso dell’intervista naturalmente non poteva mancare il riferimento alla sua storica “nemica” Lorella Cuccarini, e la risposta è stata dura ma sincera: “Non fa parte della mia vita”, ammette.

“Perché dobbiamo parlare di ‘santa subito’? Non abbiamo mai litigato. Dietro le quinte del programma Nemica Amatissima non l’ho mai incontrata, neanche in sala prove e per me è stato molto strano. È stata un’esperienza che potevamo vivere in un altro modo. Lei non è niente per me”, ha chiosato.

Loading...
Potrebbero interessarti

Uomini e donne, si avvicina la scelta di Rosa Perrotta

Nelle scorse ore, assolutamente a sorpresa, Desireé Popper ha annunciato di non…

Cesare Cremonini: vado in pausa per il mio migliore album

Dopo i concerti di Milano, al Forum di Assago, Cesare Cremonini ha…