I chioschi del sindaco, solo al Nord

Redazione

I chioschi dell’acqua sono in aumento soprattutto nelle regioni del Nord, resta indietro il Sud, con una percentuale molto bassa di installazioni.

I chioschi dell’Acqua del sindaco sono diventati 1300 negli ultimi cinque anni. La prima installazione del chiosco d’acqua è avvenuta nel 2010.Sia per l’ambiente che per tutti gli italiani questa è una notizia positiva.
Il prelievo annuo è di 300.000 litri di acqua ogni chiosco, ed è un bel risparmio.
Se vogliamo riferire delle cifre, pensate che stiamo parlando di 200.000 bottiglie PET da 1,5 litri in meno; 60.000 kg di PET in meno cioè 30 grammi a bottiglia; 1.380 kg di CO2 risparmiati per la produzione di PET; 7.800 kg di CO2 in meno per il trasporto.

Una ricerca Cra (Customized Research & Analysis) commissionata da Aqua Italia, l’associazione delle aziende costruttrici e produttrici di impianti per il trattamento delle acque primarie, ci indica il costo pari a 5 centesimi al litro di acqua. gasata o fredda. L’acqua in bottiglia costa 25 centesimi al litro.

È la Lombardia la regione in cui il servizio è più diffuso.

Il 52% degli intervistati dichiara di vivere in un comune dov’è presente un Chiosco dell’Acqua e il 40,7% usa dice che lo userebbe se il comune lo mettesse a disposizione.
Le regioni del Sud rispetto all’installazione dei Chioschi del sindaco sono molto indietro..
La Sicilia, Calabria, Basilicata vedono il 6,7% degli intervistati che vive in un comune dove c’è un Chiosco Acqua, il 44,8% che ne vorrebbe fare uso.

Next Post

5 ore di musica no stop per Damon Albarn portato via dal palco dalla sicurezza

Ha dell’incredibile la vicenda che vede come protagonista il celebre cantante e musicista britannico Damon Albarn, leader dei “Blur”, celebre complesso musicale britannico formatosi nel lontano 1989. L’artista, nello specifico sta facendo molto parlare di se negli ultimi giorni in seguito al rifiuto di abbandonare il palco verificatosi pochi giorni […]