Incidente sul lavoro, alla Ilva di Taranto muore un operaio
Incidente sul lavoro, alla Ilva di Taranto muore un operaio

Grave incidente sul lavoro alla tristemente nota Ilva di Taranto, muore un altro operaio.

La storia senza fine delle disgrazie al famoso stabilimento di Taranto, continua, quasi fosse una maledizione continuata.

Fra persone morte direttamente e indirettamente per le esalazioni cancerogene, e incidenti di lavoro veri e propri, l’Ilva non trova pace.

L’operaio deceduto era un lavoratore della ditta appaltatrice Pitrelli, e stava lavorando nel reparto Agglomerato dello stabilimento.

Cosimo Martucci aveva 49 anni ed era di Massafra, una cittadina in provincia di Taranto.

L’uomo sarebbe stato schiacciato da un tubo di acciaio che aveva imbragato e che si è probabilmente staccato prima di caricarlo su un camion.

Ciò è accaduto dopo che era stata smontata una canna fumaria proprio nel reparto Agglomerato.

Dalle prime notizie raccolte, pare che l’operaio non sia morto subito, ma successivamente all’arrivo dell’ambulanza.

Subito dopo l’incidente, sono arrivati sul cantiere sia i Carabinieri sia gli Ispettori del lavoro per verificare la dinamica esatta dell’accaduto e le eventuali responsabilità.

Anche gli uomini dello Spesal, il servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro, dell’Azienda Sanitaria locale, si è attivato al fine di accertare le cause del tragico incidente.

Loading...
Potrebbero interessarti

Debito pubblico, perchè è così alto: la verità

Quando nasce e ha inizio il debito pubblico italiano? Perché è così…

Milleproroghe aiuterà gli automobilisti per qualche mese

Come di consueto, quando è in fase di approvazione la manovra di…